Colpo di fulmine – Jennifer Bosworth

22 Ago

colpo di fulmine jennifer bosworthTitolo: Colpo di fulmine

Autore: Jennifer Bosworth

Editore: Corbaccio

Prezzo: 17,60 € (cartaceo) 12,99€ (ebook)

Voto: 

Trama: Mia Price è drogata di fulmini. E sopravvissuta a infinite scariche elettriche, ma la sua dipendenza dall’energia scatenata dai temporali mette in pericolo la sua vita e la vita di chi le sta intorno. Per questo si sente tranquilla a vivere a Los Angeles, perché i temporali sono rarissimi. Ma quando un terremoto devasta la città, il posto che lei credeva il più sicuro al mondo si trasforma letteralmente in un inferno. Le spiagge diventano gigantesche tendopoli e il centro è una terra perduta dove spadroneggiano bande di saccheggiatori e assassini. Due gruppi di fanatici si contendono il governo della città ed entrambi vedono in Mia una conferma alle loro concezioni apocalittiche, perché credono che Mia sia connessa alla tempesta elettrica che ha preceduto il terremoto e che si ripresenterà ancora più letale. Mia vorrebbe potersi fidare di Jeremy, affascinante ed enigmatico, che ha promesso di proteggerla e verso il quale si sente attratta da una forza e una passione irresistibili, ma dentro di sé teme di essere ingannata. E solo quando tutto sembra perduto e la catastrofe finale sta per abbattersi sulla città, Mia capirà come usare il suo potere per salvare le persone che ama. E capirà se Jeremy la ama davvero… (Dalla quarta di copertina)

Recensione: Come già detto nell’anteprima #4 avevo sentito pareri molto discordanti su questo libro, perlopiù negativi, ma la trama mi incuriosiva troppo, così ho deciso di comprarlo e leggerlo comunque.

Colpo di fulmine è ambientato in quello che sembra essere un futuro molto prossimo in cui l’America è in una situazione difficile non ben precisata (per quanto mi riguarda non ho patito molto questa mancanza di spiegazioni accurate). La trama intera dura pochissimi giorni e indubbiamente l’autrice ha un certo talento nel seguire la protagonista più o meno in ogni momento delle sue giornate senza risultare noiosa. La trama ha pochissimi momenti morti, quindi non ci si annoia mai.

Mia è una protagonista un po’ diversa da quelle dei soliti libri per YA. È abbastanza cinica e distaccata, un personaggio meno sentimentale e sdolcinato rispetto a tanti altri ed è una caratteristica che ho apprezzato moltissimo. D’altro canto, Jeremy è un buon protagonista maschile, l’ho trovato enigmatico al punto giusto. In linea di massima, ho trovato piuttosto riusciti tutti i personaggi.

L’ambientazione che si potrebbe quasi definire post apocalittica (ma anche pre apocalittica) è stata ben realizzata, sebbene mi abbia fatto storcere il naso il fatto che nessuno abbia mandato dei soccorsi in una città devastata da un terremoto. Ok, tutta la storia si svolge nel giro di pochi giorni, però non sono rimasta affatto convinta. È un difetto che non ha compromesso la lettura, tutto sommato ho fatto spallucce e ho continuato comunque riuscendo ad apprezzare il romanzo, ma resta una mancanza abbastanza pesante.

C’è poi un’altra cosa che mi ha infastidita: cercando di non spoilerare niente, vi dico che l’effetto dei fulmini di Mia su sua madre mi ha lasciata estremamente perplessa, credo che si possa parlare addirittura di deus ex machina, ovvero di un palese intervento dell’autrice per salvare la situazione.

Concludo la recensione dicendo che non ho capito una cosa: davvero è il primo libro di una serie? Perché se non l’avessi saputo mi sarebbe sembrato un volume autoconclusivo!

Si tratta insomma di un buon libro che in quanto a originalità spicca parecchio tra le pubblicazioni per young adults, visto che unisce elementi fantascientifici a elementi fantasy. Credo proprio che il suo più grande pregio sia l’originalità.

Annunci

Una Risposta to “Colpo di fulmine – Jennifer Bosworth”

  1. wwayne 28 agosto 2013 a 10:00 #

    Negli ultimi anni ho letto solo 9 libri di fantascienza. Te li elenco nell’ ordine in cui li ho letti:

    J. G. Ballard, “Deserto d’ acqua”
    Poul Anderson, “Quoziente mille”
    Richard Paul Russo, “Angelo meccanico”
    Richard Paul Russo, “Cyberblues – La missione di Carlucci”
    Richard Paul Russo, “Frank Carlucci investigatore”
    Richard Kadrey, “Metrofaga”
    Stephen King, “22/11/’63″
    Stephen King, “The Dome”
    James Morrow, “Il ribelle di Veritas”

    A parte “Quoziente mille” (che aveva un ottimo spunto di trama e un ottimo inizio, ma più andava avanti e più peggiorava), gli altri 8 mi sono rimasti tutti profondamente impressi. Soprattutto “Angelo meccanico” e “Cyberblues – La missione di Carlucci”, che ti raccomando se non li hai ancora letti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: