Archivio | ottobre, 2013

Crossed, la fuga – Ally Condie

31 Ott

crossed la fuga ally condieTitolo: Crossed, la fuga

Autore: Ally Condie

Editore: Fazi Editore

Prezzo: 14,90 € (cartaceo), 7,99 € (ebook)

Voto:


Trama: Per Cassia Reyes le regole del gioco sono cambiate. Solo poco tempo prima, un sofisticato sistema informatico creato dalla Società ha scelto come suo promesso Xander, il suo migliore amico: doveva essere il compagno perfetto, ma una macchina non può comandare il cuore. Infatti il ragazzo che lei ama è Ky Markham, una Aberrazione, un individuo che la Società considera pericoloso e indegno di essere promesso a qualcuno. Un errore che proietta Cassia in una nuova dimensione di verità e conoscenza dove può comprendere le mancanze e i difetti del Sistema che governa le loro esistenze. Scoprendo dentro di sé una forza che non sapeva di possedere, Cassia si allontana da un destino già programmato e si mette in viaggio verso le estreme frontiere della nazione per ricongiungersi a Ky, che è stato rapito e portato nei campi di lavoro dove la Società confina coloro che non ritiene idonei. Il percorso di Cassia sarà duro e pieno di ostacoli, ma proprio quando ogni speranza di rivederlo sembra perduta verrà a sapere che Ky si è rifugiato tra i profondi canyon che circondano la Società, luoghi ancora inesplorati dove non c’è traccia di vita umana. È proprio tra quelle gole che la ragazza farà la scoperta che muterà la sua vita e le permetterà di capire che non tutto è perduto e che dentro quel mondo apparentemente immobile e perfetto c’è un seme di cambiamento e di libertà. Una ribellione sta montando, e Cassia sarà finalmente libera di scegliere.

Recensione: Avevo recensito Matched qui e mi era piaciuto tantissimo. La saga della Condie è stata senza dubbio una delle sorprese migliori degli ultimi tempi, non avevo grandi aspettative e l’ho trovata meravigliosa.

Temevo che Crossed non fosse all’altezza del primo, ma… be’, direi che le stelline parlano da sole, no?

In Crossed ritroviamo la Società del primo, ma vista sotto una luce diversa: non più l’apparente utopia di Matched, ma qualcosa di molto più distopico, seppur assolutamente compatibile con l’universo visto prima. La storia d’amore tra Cassia e Ky continua a essere una delle colonne portanti del romanzo, ma il loro rapporto si evolve. Si può dire che in Matched fosse quasi idealizzato a causa dell’impossibilità per i due di stare insieme. In Crossed, invece, i due personaggi si scontreranno con i problemi reali che derivano dallo stare insieme in una società del genere.

Una delle cose che continuo ad adorare della saga è il world building, Visto che la narrazione è in prima persona, conosciamo nuovi aspetti della Società insieme alla stessa Cassia che, per prima, è all’oscuro di molte cose, e l’autrice è brava a non rivelare troppo. Ogni scena, ogni situazione inspiegabile non è mai fine a sé stessa. Ciò che non mi aveva convinta nel primo libro ha trovato una spiegazione nel secondo.

Molte cose, una volta terminata la lettura di Crossed, sono rimaste poco chiare, lasciando spazio a varie mie teorie. Sono sicura che tutto troverà una spiegazione in Reached, che ho intenzione di leggere presto.

L’unica nota davvero negativa non riguarda né la trama, né lo stile dell’autrice, ma la traduzione. Già nel primo c’erano alcune cose che non mi convincevano, in Crossed la situazione è peggiorata: ho trovato qualche frase palesemente senza senso e la scelta di alcuni termini mi ha quasi infastidita. Spero che in Reached la situazione migliori un po’. Ho deciso di dare comunque il massimo perché la storia merita comunque moltissimo e riconfermo ciò che ho già detto e lasciato intendere: questa saga, a parer mio, è la migliore nel genere ed è davvero un peccato che abbia avuto meno successo di altre qui in Italia.

Lake

Annunci

Tempo al tempo – Mary Calmes

30 Ott

Titolo: Tempo al tempo

Autore: Mary Calmes

Editore: Dreamspinner Press

Prezzo: 6,99 €

Voto:

Trama: Stefan Joss non può farcela. Non solo deve recarsi in Texas nel bel mezzo dell’estate per fare da ‘damigello’ alle nozze della sua migliore amica Charlotte Holloway, ma è anche costretto a negoziare un affare da milioni di dollari. Come se non bastasse, si sente scombussolato dalla presenza dell’unico uomo che Charlotte aveva promesso di non invitare: suo fratello Rand Holloway.

Stefan e Rand sono nemici giurati dal primo giorno in cui si sono incontrati, così Stefan è scioccato quando una tregua momentanea trasforma la loro solita ostilità in una complicità improvvisa. Benché diffidente riguardo ai suoi sentimenti, Stefan rimane influenzato dalle rivelazioni sincere di Rand e decide di dargli una possibilità.

Ma la loro storia d’amore appena sbocciata viene messa a repentaglio quando l’affare di Stefan va storto: la proprietaria dell’ultimo ranch che ha bisogno di assicurare alla sua compagnia viene uccisa. Per Stefan sarà una sorpresa scoprirlo e rendersi conto che anche la sua vita è in pericolo. (Dal sito dell’editore)

Recensione: Tempo al tempo è un romanzo che si legge in breve tempo (scusate il gioco di parole!). La Calmes ha uno stile molto scorrevole e piuttosto intrigante. Pur raccontando storie dalla trama semplice, riesce a catturare il lettore e a incuriosirlo.

I personaggi principali spiccano su quelli secondari, ma senza offuscarli. Seppure ben descritti, presentano, secondo me, alcune pecche. Stefan, il protagonista, è un ragazzo talmente perfetto da non risultare, in alcuni passi, molto credibile. O sono io che vedo in tutti un po’ di marcio, o è Stefan che è troppo buono 😉 Una cosa che ho notato è che i personaggi cattivi sono cattivi fino in fondo, quelli buoni sono semplicemente troppo buoni. Per gusto personale, preferisco, come avevo detto già in un’altra recensione, un po’ di grigio, piuttosto che tutto nero o tutto bianco.

La storia è un misto di generi. Prevale sopra ogni altro, il romance, seguito da un thriller aziendale gestito abbastanza bene, seppur non approfondito, e il tutto è condito con un po’ di drammatico. È un misto che però è ben riuscito e rende l’intero romanzo intrigante per il lettore.

Un’altra cosa che mi è piaciuta molto sono i toni. Non sempre l’autrice usa parole dolci e romantiche, a volte fa pronunciare a Stefan alcune cose che mi hanno davvero fatto ridere tanto.

Cito qualche passo, per darvi un assaggio:

Quando i nostri sguardi si incrociarono, mi resi conto che oltre a guardarlo, stavo anche sbavando.

Oppure:

… dovevo riprendere fiato dal momento che ogni volta che lo guardavo respirare diventava una specie di optional

O ancora (questa è fantastica!):

Si avvicinò e mi palpò il sedere. “Sarai fantastico nel mio letto… non vedo l’ora di vedere la tua pelle sulle mie lenzuola.”

Non era esattamente la frase più dozzinale che avessi ai sentito, ma ci andava vicino. Qualcuno, da qualche parte, gli aveva fatto un serio torto facendolo sentire un gran seduttore. Era come quelle persone che vanno ai provini per American Idol, perché gli “amici” gli hanno detto che cantano bene. E tu a casa, seduto sul divano, ti chiedi Perché?

Tempo al tempo è un romanzo che consiglio a chi ha voglia di una storia leggera, una lettura piacevole, ma senza troppe pretese.

Red

Nuvole e pioggia, Terra e cielo, Floods and drought – Zahra Owens

28 Ott

nuvole e pioggia zahra owensTitolo: Nuvole e pioggia, Terra e cielo, Floods and drought

Autore: Zahra Owens

Editore: Dreamspinner Press

Prezzo: 6,99 $ l’uno (ebook)

Voto: 

Trama del primo: Flynn Tomlinson ha girovagato per diversi anni, facendo ogni genere di lavoro quando aveva bisogno di soldi e spostandosi quando non ne aveva bisogno. È soddisfatto dal suo stile di vita, privo di legami, privo di responsabilità se non quella per sé stesso. Poi incappa in un annuncio all’ufficio delle poste e conosce Gable Sutton. Gable non potrà pagare Flynn fino a quando non avrà venduto i cavalli, ma un grave incidente l’ha reso incapace di lavorare al ranch da solo.

Lavorare con i cavalli è meglio che impilare scatole al supermercato, così Flynn accetta la proposta di Gable. Ciò che Flynn non aveva considerato era l’essere incantato da quell’uomo gentile e solitario che cattura il suo cuore e lo carica di un fardello incredibile: salvare il ranch di Gable.  (Dal sito dell’editore)

Recensione: Posso dire di essere una grande fan della Dreamspinner Press. È una casa editrice che mi piace molto, perché nel loro catalogo si possono trovare tutti i tipi di romance M/M. Quelli zuccherosi, quelli hot, quelli in cui l’amore passa quasi in secondo piano e così via. La serie della Owens è molto incentrata sull’amore. Ciò che in particolare apprezzo dell’autrice è la capacità di creare personaggi molto riusciti, non solo i protagonisti, ma anche – e quasi soprattutto – quelli secondari. Nei suoi romanzi spiccano molto le figure femminili, a mio parere: tra le mie preferite, senza dubbio non posso non citare la madre di Hunter, ma anche Callie e tante altre.

Un altro dei grandi pregi della Owens è il saper insegnare che la ragione non è mai da una parte sola. I personaggi della serie non sono mai solo buoni o solo cattivi – salvo qualche rara eccezione – sono invece persone che hanno compiuto determinate scelte che magari a prima occhiata possono sembrare crudeli e sbagliate. L’ho trovata una cosa fantastica, visto che rispecchia appieno il mio pensiero.

Le storie della Owens sono molto dolci: il vero protagonista è sempre l’amore, un amore travolgente fatto non solo di sentimenti, ma anche di scene mooolto hot, perché le storie d’amore raccontate dall’autrice sono fatte anche di passioni molto forti. L’amore trionfa sempre: nonostante tutte le difficoltà e i guai dei protagonisti, i sentimenti non vengono mai messi in discussione.

Insomma, l’ho trovata una bella serie e ve la consiglio. Al momento sono disponibili i primi due titoli in italiano, il terzo c’è solo in inglese (io infatti l’ho letto in lingua originale).

Lake

Nuvole – S. M. May Recensione in ANTEPRIMA

27 Ott

nuvoleTitolo: Nuvole

Autore: S. M. May

Editore: Triskell Edizioni

Prezzo: 2,99 €

Voto:

Trama: Luca e Beatrice sono fidanzati  da tanti anni e, al ritorno da un viaggio all’estero, incontrano il bel dottore Mircea, di padre italiano e madre rumena. Questo incontro stravolge la vita di Luca, colmando di dubbi l’uomo, che tende a voler avere sempre tutto sotto controllo. Ma quest’incontro porta alla luce anche verità sulla sua relazione con Bea, che forse aveva sempre evitato di riconscere. Per Luca è il momento di prendere delle decisioni importanti.

Recensione: Ho letto questo brevissimo romanzo – raggiunge appena le 86 pagine – in pochissimo tempo e con molto piacere. La storia prende sin dalle prime righe. Il protagonista è un uomo che scopre se stesso, che scopre che non sempre tutto può essere tenuto sotto controllo solo per continuare a vivere una vita tranquilla. Luca non parla molto, non si entusiasma quasi mai, vuole bene a Bea e pensa di condividere con lei il resto della sua vita. Ma Bea sa più cose su di lui e sulla loro relazione di quante lui stesso ne possa sapere o, meglio dire, voglia accettare. L’entrata in scena di Mircea, un dottore bellissimo, da una personalità forte, sicuro di quello che è e di ciò che vuole dalla vita, è il fattore decisivo che mette in moto una serie di eventi e di introspezioni dei personaggi, che porteranno Luca a dover fare delle scelte importanti.

La sofferenza, i dubbi e la paura del protagonista sono palpabili, l’ostinato tentativo di mantere tutto nella sua vita come prima di incontrare Mircea è quasi comprensibile. È difficile riuscire a fare certi passi. È difficile ammettere certe cose perfino a se stessi.

Lo stile è scorrevole e curato, e i personaggi sono ben definiti. Ho apprezzato molto il finale, ma, come mi succede spesso ultimamente, avrei preferito che l’autrice si fosse dilungata un po’ di più prima di porre la parola fine. Il riavvicinamento dei due protagonisti, secondo me, avrebbe avuto bisogno di più spazio.

Le scene hot sono ben descritte, coinvolgenti ma mai volgari.

Piccole pecche: una svista (?) quando l’autrice parla di labbra che “mordono” e una pagina un po’ infodumposa sul metodo di lavoro dei due fratelli. Entrambe però sono pecche perdonabili, vista la bontà della storia.

Nuvole sarà disponibile sul sito di Triskell Edizioni a partire dal 29 ottobre.

Lettura sicuramente consigliata!

Red

Come un libro aperto – Viola Lodato

25 Ott

Titolo: Come un libro aperto

Autore: Viola Lodato

Editore: Triskell Edizioni

Prezzo: 3,99 € (ebook)

Voto:

Trama: Valerio, voce narrante del romanzo, è gay non dichiarato, non è particolarmente simpatico, ma ha le idee chiare: vuole diventare uno scrittore. Peccato che non abbia altrettanto chiaro come fare. E peccato che sia sordo alle critiche. Quindi, arroccato nella sua torre d’avorio fatta di sicurezze piene di ke e xké, continua per la sua strada, fino a quando la sua omosessualità non viene svelata a tradimento. Ci vorranno una compagna odiosa, un amico paziente, un computer poco collaborativo, un tecnico infingardo, una famiglia un po’ particolare ed Emanuele, un editor a prima vista spietato, per distruggere le sue sicurezze. E sarà proprio grazie a Emanuele che Valerio imboccherà la via giusta nella scrittura e nella vita.

Recensione: Avevo iniziato a leggere questo libro aspettandomi un romance, come abituata dalle precedenti pubblicazioni di Triskell Edizioni. Devo dire che in fondo lo è anche Come un libro aperto, seppur la parte romantica ci metta un po’ di pagine prima di arrivare.

I personaggi principali sono ben caratterizzati, soprattutto Valerio ed Emanuele. Dei secondari ho apprezzato tantissimo la sorella di Valerio, Sara. Non fosse altro che per questo passaggio, in cui la sua personalità è ben riassunta in pochi sostanziali parole.

«Ah, perché secondo te quello per me è un problema?» mi domandò. «Scrivi da schifo e mi ritieni pure un’omofoba? Grazie, bel fratello che ho.»

«Se lo sapevi già perché non me ne hai mai parlato?» domandai.

«Tu sei venuto a parlarmi quando hai scoperto che sono eterosessuale? Ogni tanto mi sembri cretino.»

Molto carina e realistica la storia d’amore fra Valerio ed Emanuele, anche se credo che avrebbe avuto bisogno di un po’ più spazio. Il passato di Emanuele è appena accennato, ma colpisce il lettore, che vorrebbe scoprire molto di più a riguardo.

La mia recensione però non finisce qui. Sarò sincera, all’inizio volevo dare a questo romanzo breve solo 3,5 o al massimo 4 stelline. Poi però ci ho riflettuto su. Come un libro aperto è molto di più di un romanzo d’amore. Per chi, come me, bazzica nel mondo dell’editoria e della scrittura creativa, questo libro, di appena 126 pagine, rappresenta l’esempio più palese di una sfilza lunghissima di giovani aspiranti scrittori che non si rendono ancora conto (e forse non lo faranno mai, al contrario di Valerio, che invece lo ha capito, anche se ci ha messo un bel po’) che scrivere richiede non solo talento, ma anche e soprattutto tecnica e costanza, disciplina e voglia di migliorare.

Grazie ai consigli di Emanuele, Come un libro aperto potrebbe essere considerato anche una sorta di introduzione al mondo della scrittura: si parla di infodump, di Gary Stu, del problema dell’editoria a pagamento, di piccole e grandi case editrici, di critiche costruttive, e tanto altro, a tratti anche in modo divertente.

Non sarei Red, se non trovassi qualcosina in più da ridire, quindi ecco quello in cui avrei preferito una maggiore attenzione durante la fase di editing: le ripetizioni.

Sperando che molti giovani aspiranti scrittori lo leggano, ho deciso di dargli 4,5 stelline, perché da loro merita sicuramente di essere letto. E per gli amanti del romance, di certo una piacevole lettura.

Red

Un cavallo nell’ombra – Kate Sherwood

21 Ott

Titolo: Un cavallo nell’ombra

Autore: Kate Sherwood

Editore: Dreamspinner Press

Prezzo: 6,99

Voto:

Trama: Dan pensa all’idea di continuare semplicemente a guidare, lasciando tutti i casini alle spalle. Ha abbastanza denaro per farlo. Si potrebbe organizzare, fare arrivare il suo cavallo e le sue cose dove deciderà di fermarsi. D’altra parte, andarsene è quello che ha sempre fatto, ogni volta che le cose sono diventate troppo difficili – e, davvero, è sempre andata bene così.

Dan Wheeler pensava di aver trovato un equilibrio e un amore che sarebbero durati in eterno con Justin Archer, suo partner nella vita e nel lavoro. Ma quando Dan, continuando a lavorare alle dipendenze dei genitori di Justin come addestratore di cavalli, si trova tragicamente di nuovo da solo, deve riuscire ad accettare che la sua vita perfetta è irrimediabilmente scomparsa.

È qui che entrano in scena il miliardario Evan Kaminski, arrivato alla scuderia con l’intenzione di comprare un cavallo alla sorella minore, e l’amante di Evan, Jeff Stevens, che sembra capire non solo in che cosa consista il lavoro di Dan, ma molto di più. Mentre lotta per cercare di affrontare tutti gli sconvolgimenti nella sua vita, Dan si ritrova, suo malgrado, attratto sia dall’intensa ma imprevedibile passionalità di Evan, sia dalla quieta saggezza di Jeff. Riuscirà Dan ad essere forte abbastanza da rischiare di dare una possibilità a questo nuovo amore, o deciderà invece che per lui sia meglio – più sicuro – rimanere da solo? (Dal sito dell’editore)

Recensione: Ho iniziato a leggere questo romanzo dopo che una nostra follower me lo ha segnalato come un libro splendido e commovente. Eccomi quindi qui a dire la mia.

Un cavallo nell’ombra è un romanzo che si può dividere in due parti nette. Il prima e il dopo il trasloco di Dan e dei cavalli. Tutta la prima parte è incentrata sulla storia fra Justin e Dan, sulla loro tragedia e sul loro grande amore. Sì, lo ammetto, alla fine ho quasi pianto anch’io. La Sherwood è riuscita a far provare al lettore il dolore di Dan, è riuscita a far riflettere su come la vita possa cambiare da un momento all’altro. È stata molto brava.

Nella seconda parte, il trasloco è avvenuto e Dan si ritrova a vivere nella dependance di Evan e ad avere stretti contatti sia con il suo datore di lavoro che con Jeff, il compagno di Evan. Fra una pensiero e l’altro di Dan, fa capolino Ryan, uno dei miei personaggi preferiti di questo romanzo.  La storia diventa molto più calma dal punto di vista sentimentale e, seppure incuriosisca nella lettura, non prende e non emoziona come tutta l’intera prima parte. Anche il finale, secondo me, lascia un po’ con l’amaro in bocca. Forse mi aspettavo qualcosa di più sconvolgente e probabilmente le mie aspettative erano troppo alte quando ho iniziato a leggerlo. Della Sherwood continuo a preferire Sfuggente.

So che si tratta di un primo volume, e quindi il finale, che non è stato al cento per cento nei miei gusti, credo sia l’inizio di qualcosa che si farà molto interessante.

Una nota dolente va purtroppo alla traduzione.  Il romanzo è stato pubblicato in italiano nel 2012, almeno a quanto mi risulta dal sito di Dreamspinner Press. E a me sembra che le cose ora siano cambiate molto, le traduzioni sono più pulite così come di solito anche i testi. Ma in Un cavallo nell’ombra troviamo errori davvero grossolani, dal “si inciampa” al “solo più”, espressioni prettamente regionali, non usate in italiano.

Ora so che ho preso un po’ a bastonate questo romanzo, eppure la storia in sé non è male. Le parti in cui Dan e Evan si avvicinano, o Dan e Jeff lo fanno, sono molto hot, il lettore desidera sapere cosa succederà fra quei tre, tende a tifare per uno, poi per l’altro, vorrebbe vedere Dan lasciar perdere entrambi e correre da Ryan. Non ci resta che attendere il secondo volume per scoprire cosa davvero succederà.

Io tifo per Ryan. 😛

Red

Chaos – Lauren Oliver

17 Ott

chaos lauren oliverTitolo: Chaos

Autore: Lauren Oliver

Editore: Piemme Freeway

Prezzo: 17,00 € (cartaceo), 6,99 € (ebook)

Voto: 

Trama: Nel mondo di Lena l’amore è bollato come delirium, una terribile malattia che va estirpata da ogni ragazzo. Lena non vede l’ora di ricevere la cura, perché ha paura di innamorarsi, ma proprio il giorno dell’esame conosce Alex, un ragazzo bellissimo e ribelle. L’amore tra Lena e Alex cresce ogni giorno di più, fino a che i due innamorati non decidono di scappare nelle Terre Selvagge. Ma purtroppo i piani non vanno come previsto… Lena si ritrova sola, senza Alex, che è rimasto dall’altra parte della rete, e senza la vita che conosceva. Vuole dimenticare quello che è successo, perché ricordare fa troppo male. Adesso è il tempo di farsi nuovi amici ed è il tempo di unirsi alla ribellione: contro chi vuole estirpare la possibilità di amare dal cuore di tutti gli uomini e contro chi le ha portato via Alex… (Da Amazon)

Recensione: Qualche tempo fa avevo letto e recensito Delirium di Lauren Oliver: l’avevo trovato un libro abbastanza mediocre, leggibile ma non eccezionale, con dei buoni punti di forza ma con troppi difetti, uno su tutti la trama lenta e mal gestita (a mio parere). Gli avevo dato tre stelline, la sufficienza insomma. Visto che sono una drogata di distopie, ho letto anche Chaos, sperando in un miglioramento senza aspettarmi miracoli.

Invece, sembra proprio che ci sia stato il miracolo.
La storia comincia dove è finito Delirium. Lena vaga per le Terre Selvagge (che tra l’altro hanno lo stesso nome di Never Sky. Colpa dei traduttori o della poca fantasia di Veronica Rossi?). Da lì incontrerà un sacco di personaggi, tutti interessanti e con una storia alle spalle. La stessa Lena, a parer mio, è diventata un personaggio più complesso. In Delirium la voce narrante aveva molto carattere, cosa assolutamente non scontata, in Chaos va anche meglio. Credo anche che la Oliver abbia affinato molto il proprio stile, rendendolo più caratteristico e riconoscibile, nonché poetico e realistico allo stesso tempo. Le sensazioni provate da Lena sono molto vivide anche e soprattutto perché l’autrice usa tutti e cinque i sensi di Lena per le descrizioni. Gli infodump trovati nel primo non sono scomparsi, ma sono diminuiti tantissimo, quindi il miglioramento c’è stato anche dal lato puramente tecnico. Credo che comunque non sia un difetto tale da togliere il voto massimo.

Ma veniamo alla storia: quella di Delirium a parer mio era lenta e prevedibile; Chaos, invece, è imprevedibile e mai noioso o lento. Vengono alternati passato e presente in modo molto efficace e vi assicuro che mi è stato difficile interrompere la lettura.

L’imprevedibilità nella storia d’amore che non avevo riscontrato in Delirium è invece uno dei punti di forza di Chaos. Non voglio dirvi chi si innamora di chi; potreste averlo letto in altre recensioni, ma potrebbe anche esserci chi come me era completamente all’oscuro di ciò che sarebbe successo e non riuscivo a crederci fino all’ultimo.

Il finale, poi, è davvero col botto. Mi chiedo che cosa si sia inventata l’autrice per il terzo capitolo della saga, perché ha creato delle situazioni che non sarà facile risolvere.

Unica nota negativa per la traduzione: oltre a frasi a parer mio tradotte in maniera un po’ grossolana, mi ha veramente infastidita il fatto che i personaggi bestemmiassero spesso. Molte persone ignorano la differenza tra bestemmia e imprecazione e credo proprio che sia anche il caso della traduttrice.

Detto questo, se ero un po’ restia nel consigliare Delirium, consiglio caldamente di leggere la saga dopo aver terminato Chaos. Si tratta di un ottimo romanzo sotto ogni punto di vista e ci sono tutti i presupposti per un terzo capitolo all’altezza del secondo.

Lake

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: