Tag Archives: Dreamspinner Press

Inseguire le stelle – Ariel Tachna

18 Mag

Titolo: Inseguire le stelle

Autore: Ariel Tachna

Editore: Dreamspinner Press

Prezzo: 6,99 $ (ebook)

Voto:

Trama: Il ventenne Chris Simms riesce a malapena a mantenersi a galla. Dopo aver perso la madre e la casa, si trova a dover provvedere da solo a se stesso e al fratello minore. Quando è attaccato da un branco di teppisti omofobi, Chris pensa che la sua vita sia ormai giunta alla fine, ma viene salvato da alcuni uomini che lavorano in un allevamento di pecore della regione. La sorpresa di sentirsi offrire un lavoro è superata solo dallo scoprire che il proprietario e il sovrintendente della stazione formano una coppia gay.

Per Chris la stazione di Lang Downs è un sogno, che migliora ancora quando scopre che il ragazzo per il quale ha un debole è non solo gay, ma anche disposto a spassarsela un po’. Tutto sembra procedere al meglio, fino a che Chris non si rende conto che i suoi sentimenti per Jesse sono molto più profondi di quanto previsto dal loro accordo.

Jesse ama la vita randagia e passa di stazione in stazione, senza mai cercare qualcosa di stabile. Convinto che Chris sia troppo giovane e fragile per una relazione seria, decide di fare in modo che la loro rimanga una relazione occasionale. Tuttavia, posto di fronte al tipo di rapporto che lega il proprietario della stazione al suo sovrintendente, comincia a valutare la possibilità di fermarsi anche lui a Lang Downs; almeno finché non si accorge dei sentimenti che Chris nutre per lui e piomba nel panico. I due ragazzi dovranno quindi decidere se darsi un’occasione, possibilmente prima che la fine dell’estate li separi.

Recensione: Avevo già recensito qui il primo capitolo di questa serie, dando il massimo dei voti. Non nego di aver avuto delle aspettative piuttosto elevate nei confronti di Inseguire le stelle, ma non sono stata delusa. Fin dalle prime pagine si viene catapultati nell’azione, l’incontro tra i vecchi protagonisti e Chris non è dei più tranquilli, visto che il ragazzo, appena ventenne, viene picchiato in quanto gay.

Ho amato questo libro fin dai primi capitoli, nello specifico ho trovato estremamente profonda e realistica la parte in cui Macklin cerca di convincere Chris ad andare alla stazione con loro. Si tratta di un romanzo da non sottovalutare bollandolo semplicemente come romance, perché tra le pagine vengono trattati argomenti di una notevole profondità, ma tornerò su questo punto più tardi.

Chris è un bel personaggio: testardo come un mulo, passionale, orgoglioso. L’autrice si conferma in grado di creare personaggi estremamente realistici, positivi ma pieni di difetti che li rendono ancora più vivi, ed è un discorso che vale anche per i personaggi secondari, come il cuoco aborigeno Kami o Neil, personaggio che ha subito una profonda trasformazione, visto che l’avevamo inizialmente visto come un omofobo dalla mentalità chiusa. Mi è piaciuto molto anche Jesse, l’altro protagonista, ma personalmente ho un debole per Chris, visto che in più di una situazione si è comportato esattamente come avrei fatto io. La storia tra i due nasce in modo molto naturale e realistico, anche se in realtà all’inizio più che di storia bisognerebbe parlare di un’amicizia abbastanza passionale, se capite cosa intendo.

Se avete amato Caine e Macklin, avete un motivo in più per leggere questo libro, visto che viene data una grandissima importanza anche a loro. Sia perché spesso Chris e Jesse finiranno per avere bisogno dei loro consigli, sia perché anche la loro storia d’amore si evolverà ulteriormente.

I personaggi sono estremamente realistici anche e soprattutto per l’evoluzione che compiono nel corso delle pagine: Chris deve crescere e diventare indipendente, Jesse deve capire ciò che vuole davvero dalla vita, Macklin deve imparare a sapersi fidare ciecamente del proprio compagno.

Ultima nota di merito per la traduzione, davvero ottima, così come lo era quella di Ereditare il cielo.

Vi consiglio vivamente questo romanzo (e il precedente, ovviamente) perché non si parla solo di amore, ma anche di indipendenza, famiglia e amicizia. Se siete in cerca di un romance con una storia appassionante in grado anche di far riflettere, allora questo è il libro che fa per voi.

Lake

Grigio 18% – Anne Tenino

19 Feb

Titolo: Grigio 18%

Autore: Anne Tenino

Editore: Dreamspinner Press

Prezzo: 6,99 $ (ebook)

Voto:

Trama: In un futuro dove gli Stati Uniti si sono scissi secondo l’orientamento politico, il lavoro dell’agente Matt Tennimore è quello di portare la gente fuori dagli Stati Confederati Rossi: sia che siano agenti dei Corpi Speciali del suo Paese fatti prigionieri, o cittadini dei SCR che hanno fatto richiesta d’asilo. Non si sarebbe mai aspettato di dover salvare la persona per cui aveva una cotta alle superiori… ovvero, il ragazzo che lo aveva sempre ignorato perché gay.

Salvare James Ayala non sarà facile: è imbottito di nanodroidi traccianti e non è sicuro di poter controllare un impianto cerebrale cibernetico, che gli ha fatto sviluppare poteri psichici. Questa è la buona notizia. Quella cattiva? L’impianto sta compromettendo la stabilità mentale di James.

I due si ritrovano in fuga, a cercare di evitare velivoli dotati d’intelligenza artificiale e nascondersi dalla milizia nemica. Poi, James confessa che aveva tormentato Matt alle superiori perché, in realtà, lo desiderava. James è una tentazione a cui Matt non sa resistere, ma vuole molto più che semplice sesso… sempre che riescano ad arrivare a casa tutti interi. Ma è davvero saggio scegliere James, quando ha una bomba a orologeria nel cervello? E quanto sarà cambiato veramente? (Dal sito dell’editore)

Recensione: Questo romanzo ha dei punti forti, ma anche un paio di punti deboli. Come primo romanzo sci-fi della casa editrice Dreamspinner Press mi ha piuttosto soddisfatta, ma andiamo con ordine.

I punti forti prevalgono in assoluto, su questo non ci sono dubbi. La trama regge bene, lo stile è scorrevole e la relazione fra i due protagonisti è molte ben rappresentata, molto verosimile e soprattutto coinvolgente. Matt è un personaggio che entra dritto nel cuore, di certo non per la sua dolcezza, che ogni tanto fa capolino, ma per le sue battute dritte, schiette, perfino irriverenti. Battute che riescono sempre a cogliere il lettore impreparato e quindi a sorprenderlo e a farlo sorridere o, addirittura, ridere. James all’inizio, invece, risulta un tipo antipatico eppure, sin dalle prime pagine, si nota qualcosa, una rabbia che non è rabbia ma delusione e/o paura.  E anche lui riesce a guadagnarsi ben presto un posto nel cuore del lettore.

Molto divertenti anche le suore, esageratamente stupida Suor Benigna, ma d’altra parte, da donna un po’ posso pure capirla, voi no? 😛 A dirla tutta, mi è piaciuto anche come la Tenino ha gestito il “personaggio” di Miss e il suo bel caratterino!

Insomma fino a qui sarebbe sicuramente una recensione da quattro stelline. Ma purtroppo questa volta c’è un “ma”. Se dovessi analizzare il romanzo dal punto di vista del genere, insomma se dovessi basarmi solo sulla parte fantascientifica, dovrei ammettere che Anne Tenino promette sicuramente bene, ma in questo caso, forse, ha voluto dire molto, anzi forse un po’ troppo. La maggior parte delle informazioni piombano addosso al lettore e lo riempiono di sigle, istituzioni, agenzie segrete, ecc. in modo molto compatto, a volte anche sotto forma di infodump. Informazioni che poi, man mano che si va avanti con la lettura, risultano utili a farsi un’immagine generale dell’ambientazione, ma spesso anche superflue o poco elaborate. È il caso proprio del “grigio 18%”, di cui ce ne parla sicuramente, ma non si sofferma più di tanto, in fin dei conti.

Detto questo, la parte romance del libro riesce a equilibrare quella fantascientifica, e ovviamente quest’ultima non ha solo gli aspetti negativi che ho citato, ma tanti altri positivi, come i velivoli VSIA, l’abbigliamento, ma soprattutto il chip di James, e anche i nanomedicinali e tutto il resto.

La storia di Matt e James mi è piaciuta molto, ma sono curiosissima di leggere il seguito, perché voglio, anzi devo (!) sapere cosa succederà tra Lazlo e Logan!

Consigliato per una piacevole lettura, ma solo se si è disposti a  chiudere un occhio sui difettucci che vi ho elencato.

Red

Falsa partenza – Janey Chapel

6 Feb

Titolo: Falsa partenza

Autore: Janey Chapel

Editore: Dreamspinner Press

Prezzo: 3,99 $ (ebook)

Voto:

Trama: È l’anniversario dei dieci anni di diploma di Tucker Locke e lui non ha molto di cui vantarsi. Certo, è un avvocato di successo con una bella macchina e un bell’appartamento, ma la sua vita è vuota e Tucker sa perché. Una decina di anni prima, non essendo ancora pronto a fare coming out, si è lasciato Whit Jamison alle spalle.

Tucker ha trascorso dieci anni a fingere di essere etero, dieci anni a pensare ai suoi errori. Ma tutto il tempo del mondo non avrebbe potuto prepararlo alla realtà di vedere Whit di nuovo. Whit è più alto, più maturo, più attraente che mai, e in tutto e per tutto orgogliosamente gay quanto dieci anni prima. Il tempo non ha cambiato la chimica tra i due e sembra che Tucker possa avere una seconda occasione. Tutto quello che deve fare è accantonare gli anni di bugie e abbracciare una potente verità.

Recensione: Questa è la storia di un uomo che ha sempre dovuto reprimere il suo modo di essere. O forse ha sempre voluto farlo. Tucker vive la sua vita accontentandosi di ciò che ottiene, ricordando quello a cui ha dato le spalle. Tucker è un atleta, Tucker è veloce e Tucker corre. Corre lontano dai suoi problemi, corre lontano da chi lo ama, corre perché non ha il coraggio di fermarsi e guardare in faccia la realtà, perché ha paura della reazione degli altri, o forse semplicemente perché ha paura di ammettere a se stesso chi lui sia.

Whit è il perfetto opposto di Tucker. Affronta la vita a testa alta, non si vergogna di ciò che è. Ma si vede costretto a nascondere la sua identità per amore. E purtroppo dopo un po’ non ce la fa più. Perché Whit non corre, Whit si ferma, guarda in faccia gli altri e dimostra chi è.

Così dopo dieci anni separati, i due si rincontrano. E da qui Tucker non potrà che capitolare.

Questa breve novella mette in risalto la differenza nelle vite dei due, dovuta alle proprie scelte. È un esempio realistico di come tante persone LGBT hanno dovuto vivere per anni e di come altre hanno voluto affrontare tutto e tutti. Non è in nessun punto un rimprovero, ma solo un voler mostrare cosa può capitare quando ci si nasconde, quando si cerca di vivere secondo le aspettative degli altri, e non il proprio istinto.

Janey Chapel ha saputo mantenere il ritmo della storia, passando dal punto di vista di Tucker a quello di Whit, facendoci realizzare cosa pensa uno e poi l’altro. La caratterizzazione dei protagonisti, quindi, è molto ben riuscita, anche se dei personaggi secondari ce ne sono pochi e non vengono trattati in modo particolare. Questo però è naturale, dato che Falsa partenza è una novella e non un romanzo.

Sicuramente consigliato!

Red

 

Alluvioni e siccità – Zahra Owens Recensione in ANTEPRIMA

27 Gen

Titolo: Alluvioni e siccità

Autore: Zahra Owens

Editore: Dreamspinner Press

Prezzo: 6,99 $

Voto:

Trama: Tim Conroy sa bene che cosa vuol dire avere pazienza. Ha aspettato per tre anni che Rory McCown uscisse dalla prigione dopo aver scontato la pena per aver rubato dei cavalli al Blue River Ranch. Ora che Rory ha diritto alla libertà condizionale, Tim cerca di convincere il suo capo, Hunter Krause, a concedergli una seconda possibilità.

Arriva quasi a pentirsene quando Hunter accetta. Rory passa in fretta dall’essere una persona malinconica e solitaria a diventare arrogante e troppo sicuro di sé. L’attrazione tra loro è ancora viva, ma non appena cominciano ad avvicinarsi, si fa vivo un vecchio nemico per mettere i bastoni tra le ruote… e la loro relazione appena iniziata potrebbe non essere abbastanza forte da resistere alla tempesta in arrivo.

Recensione: Avevo già recensito qui tutta la serie, ma mi è stato proposto di recensire in anteprima il terzo capitolo, e ho subito accettato con grande piacere. Uscirà il 28 gennaio, ovvero domani, e lo potete trovare a questo link, al momento è in pre-order.

Premetto subito una cosa: sebbene la trama si svolga in seguito alle vicende narrate in Nuvole e pioggia e in Terra e cielo, si tratta comunque di storie indipendenti l’una dall’altra, con protagonisti diversi (sono però presenti anche i protagonisti dei romanzi precedenti). Credo che in particolar modo Alluvioni e siccità sia quello più distante dagli altri perché, per motivi che sarebbe troppo lungo spiegare, le prime due coppie erano strettamente legate l’una all’altra. In questo caso, invece, si sa molto poco di Tim e Rory.

Credo che questo libro abbia gli stessi grandi pregi degli altri due: una delle cose che mi colpisce di più della scrittura della Owens sono sempre i personaggi, a partire da Tim e Rory, perché sono iper caratterizzati, pieni di pregi ma anche di difetti e debolezze (in particolar modo ci sarà proprio una “debolezza” ad avere una grande importanza in questa storia). Si tratta però di un discorso valido per tutti, non solo per loro due. Un’altra cosa che apprezzo in particolar modo, parlando dei peronaggi, è che anche in una storia con due protagonisti maschili, le donne hanno sempre una certa rilevanza.

Le scene di sesso, come in tutti i libri della Owens che ho letto finora, sono sempre molto esplicite e piene di passione, perché l’amore è fatto anche di questo 😛

Ciò che mi ha trasmesso più emozioni sono state le parti in cui Rory si ritrova ad affrontare i propri demoni, il proprio passato e le proprie paure. Le ho trovate di grande effetto, molto intense anche grazie al sovrapporsi di ricordi e realtà. Prima di arrivare al lieto fine, i personaggi della Owens ne passano sempre di tutti i colori, e va bene così.

In definitiva, se avete letto i due capitoli precedenti, non potete perdervi neppure questo. Se cercate delle belle storie d’amore con dei personaggi realistici e imperfetti che dovranno affrontare una buona dose di difficoltà prima di avere il lieto fine, allora vi consiglio di leggere qualcosa di Zahra Owens.

Lake

Fede incrollabile – Lisa Worral

2 Gen

Titolo: Fede incrollabile

Autore: Lisa Worral

Editore: Dreamspinner Press

Prezzo: 6,99 $ (ebook)

Voto:

Trama: Con tutti i bar che ci sono in tutte le città del mondo, lo sconosciuto sceglie di entrare in quello di Brody Tyler. Senza ricordi e con un nome scelto da un giornale, Nash è un mistero – ma Brody è disposto a correre il rischio. Non passa molto tempo prima che Brody e Nash si innamorino, ma un tragico incidente infrange il loro mondo fatato, resettando ancora una volta la memoria di Nash.

Il “nuovo” Nash Walker è un affarista senza scrupoli, a cui non importa chi o cosa deve distruggere per assicurarsi il successo. Come se non fosse già abbastanza traumatico svegliarsi in un letto d’ospedale dopo essere stati investiti, senza avere la minima idea degli eventi degli ultimi sei mesi, Nash scopre di essere anche nel mirino di un sicario. Ed ecco apparire sulla scena Brody Tyler, guardia del corpo per caso.

Brody è determinato ad aiutare Nash a ricordare e a riportare indietro l’uomo che ama. Nash pensa che Brody sia uno splendido rompicoglioni. Se solo riuscisse a ricordare…

Recensione: Fede incrollabile è un romanzo che, una volta finito di leggere, ti lascia qualcosa. Sono passati un paio di mesi o forse più da quando l’ho letto e mi ero ripromessa che lo avrei recensito, ma poi, a causa di impegni vari, ho dovuto rimandare. Ma oggi eccomi qui, con quella stessa idea in testa che ho avuto quando ho terminato la lettura. Fede incrollabile merita di essere letto.

La perdita della memoria, presa singolarmente, non è originalissima come idea. L’autrice stessa riferisce, a inizio romanzo, di aver preso spunto dal film Prigionieri del passato.  Eppure è riuscita a rendere la trama interessante, tenera, straziante in alcuni punti. Ed è riuscita a farmi innamorare dei due protagonisti, perfino quando Nash ricorda il suo passato, mentre Brody cerca in ogni modo di sopravvivere al suo fianco. Perché il dolce Nash, che si impara ad amare durante tutta la prima parte del libro, nella seconda parte, invece, diventa insopportabile, tanto da arrivare a un certo punto a voler consigliare a Brody di lasciar perdere, di non farsi del male continuando a restare al suo fianco. Ma Brody non molla, perché lui sa cosa si nasconde dietro la facciata viziata di Nash.

E sono proprio la forza di Brody, il suo coraggio, la sua insistenza, anzi la sua fede ad avermi convinta e affascinata. Quel non demordere mai, anche nei momenti peggiori.

Lo stile è scorrevole, la trama intrigante, dolce, coinvolgente.  I personaggi, non solo i protagonisti, sono ben caratterizzati; i colleghi e amici di Brody, soprattutto Wyatt, sono adorabili, così come la sorella di Nash e sua madre.

Consigliato, di sicuro!

Red

Tempo al tempo – Mary Calmes

30 Ott

Titolo: Tempo al tempo

Autore: Mary Calmes

Editore: Dreamspinner Press

Prezzo: 6,99 €

Voto:

Trama: Stefan Joss non può farcela. Non solo deve recarsi in Texas nel bel mezzo dell’estate per fare da ‘damigello’ alle nozze della sua migliore amica Charlotte Holloway, ma è anche costretto a negoziare un affare da milioni di dollari. Come se non bastasse, si sente scombussolato dalla presenza dell’unico uomo che Charlotte aveva promesso di non invitare: suo fratello Rand Holloway.

Stefan e Rand sono nemici giurati dal primo giorno in cui si sono incontrati, così Stefan è scioccato quando una tregua momentanea trasforma la loro solita ostilità in una complicità improvvisa. Benché diffidente riguardo ai suoi sentimenti, Stefan rimane influenzato dalle rivelazioni sincere di Rand e decide di dargli una possibilità.

Ma la loro storia d’amore appena sbocciata viene messa a repentaglio quando l’affare di Stefan va storto: la proprietaria dell’ultimo ranch che ha bisogno di assicurare alla sua compagnia viene uccisa. Per Stefan sarà una sorpresa scoprirlo e rendersi conto che anche la sua vita è in pericolo. (Dal sito dell’editore)

Recensione: Tempo al tempo è un romanzo che si legge in breve tempo (scusate il gioco di parole!). La Calmes ha uno stile molto scorrevole e piuttosto intrigante. Pur raccontando storie dalla trama semplice, riesce a catturare il lettore e a incuriosirlo.

I personaggi principali spiccano su quelli secondari, ma senza offuscarli. Seppure ben descritti, presentano, secondo me, alcune pecche. Stefan, il protagonista, è un ragazzo talmente perfetto da non risultare, in alcuni passi, molto credibile. O sono io che vedo in tutti un po’ di marcio, o è Stefan che è troppo buono 😉 Una cosa che ho notato è che i personaggi cattivi sono cattivi fino in fondo, quelli buoni sono semplicemente troppo buoni. Per gusto personale, preferisco, come avevo detto già in un’altra recensione, un po’ di grigio, piuttosto che tutto nero o tutto bianco.

La storia è un misto di generi. Prevale sopra ogni altro, il romance, seguito da un thriller aziendale gestito abbastanza bene, seppur non approfondito, e il tutto è condito con un po’ di drammatico. È un misto che però è ben riuscito e rende l’intero romanzo intrigante per il lettore.

Un’altra cosa che mi è piaciuta molto sono i toni. Non sempre l’autrice usa parole dolci e romantiche, a volte fa pronunciare a Stefan alcune cose che mi hanno davvero fatto ridere tanto.

Cito qualche passo, per darvi un assaggio:

Quando i nostri sguardi si incrociarono, mi resi conto che oltre a guardarlo, stavo anche sbavando.

Oppure:

… dovevo riprendere fiato dal momento che ogni volta che lo guardavo respirare diventava una specie di optional

O ancora (questa è fantastica!):

Si avvicinò e mi palpò il sedere. “Sarai fantastico nel mio letto… non vedo l’ora di vedere la tua pelle sulle mie lenzuola.”

Non era esattamente la frase più dozzinale che avessi ai sentito, ma ci andava vicino. Qualcuno, da qualche parte, gli aveva fatto un serio torto facendolo sentire un gran seduttore. Era come quelle persone che vanno ai provini per American Idol, perché gli “amici” gli hanno detto che cantano bene. E tu a casa, seduto sul divano, ti chiedi Perché?

Tempo al tempo è un romanzo che consiglio a chi ha voglia di una storia leggera, una lettura piacevole, ma senza troppe pretese.

Red

Nuvole e pioggia, Terra e cielo, Floods and drought – Zahra Owens

28 Ott

nuvole e pioggia zahra owensTitolo: Nuvole e pioggia, Terra e cielo, Floods and drought

Autore: Zahra Owens

Editore: Dreamspinner Press

Prezzo: 6,99 $ l’uno (ebook)

Voto: 

Trama del primo: Flynn Tomlinson ha girovagato per diversi anni, facendo ogni genere di lavoro quando aveva bisogno di soldi e spostandosi quando non ne aveva bisogno. È soddisfatto dal suo stile di vita, privo di legami, privo di responsabilità se non quella per sé stesso. Poi incappa in un annuncio all’ufficio delle poste e conosce Gable Sutton. Gable non potrà pagare Flynn fino a quando non avrà venduto i cavalli, ma un grave incidente l’ha reso incapace di lavorare al ranch da solo.

Lavorare con i cavalli è meglio che impilare scatole al supermercato, così Flynn accetta la proposta di Gable. Ciò che Flynn non aveva considerato era l’essere incantato da quell’uomo gentile e solitario che cattura il suo cuore e lo carica di un fardello incredibile: salvare il ranch di Gable.  (Dal sito dell’editore)

Recensione: Posso dire di essere una grande fan della Dreamspinner Press. È una casa editrice che mi piace molto, perché nel loro catalogo si possono trovare tutti i tipi di romance M/M. Quelli zuccherosi, quelli hot, quelli in cui l’amore passa quasi in secondo piano e così via. La serie della Owens è molto incentrata sull’amore. Ciò che in particolare apprezzo dell’autrice è la capacità di creare personaggi molto riusciti, non solo i protagonisti, ma anche – e quasi soprattutto – quelli secondari. Nei suoi romanzi spiccano molto le figure femminili, a mio parere: tra le mie preferite, senza dubbio non posso non citare la madre di Hunter, ma anche Callie e tante altre.

Un altro dei grandi pregi della Owens è il saper insegnare che la ragione non è mai da una parte sola. I personaggi della serie non sono mai solo buoni o solo cattivi – salvo qualche rara eccezione – sono invece persone che hanno compiuto determinate scelte che magari a prima occhiata possono sembrare crudeli e sbagliate. L’ho trovata una cosa fantastica, visto che rispecchia appieno il mio pensiero.

Le storie della Owens sono molto dolci: il vero protagonista è sempre l’amore, un amore travolgente fatto non solo di sentimenti, ma anche di scene mooolto hot, perché le storie d’amore raccontate dall’autrice sono fatte anche di passioni molto forti. L’amore trionfa sempre: nonostante tutte le difficoltà e i guai dei protagonisti, i sentimenti non vengono mai messi in discussione.

Insomma, l’ho trovata una bella serie e ve la consiglio. Al momento sono disponibili i primi due titoli in italiano, il terzo c’è solo in inglese (io infatti l’ho letto in lingua originale).

Lake

Un cavallo nell’ombra – Kate Sherwood

21 Ott

Titolo: Un cavallo nell’ombra

Autore: Kate Sherwood

Editore: Dreamspinner Press

Prezzo: 6,99

Voto:

Trama: Dan pensa all’idea di continuare semplicemente a guidare, lasciando tutti i casini alle spalle. Ha abbastanza denaro per farlo. Si potrebbe organizzare, fare arrivare il suo cavallo e le sue cose dove deciderà di fermarsi. D’altra parte, andarsene è quello che ha sempre fatto, ogni volta che le cose sono diventate troppo difficili – e, davvero, è sempre andata bene così.

Dan Wheeler pensava di aver trovato un equilibrio e un amore che sarebbero durati in eterno con Justin Archer, suo partner nella vita e nel lavoro. Ma quando Dan, continuando a lavorare alle dipendenze dei genitori di Justin come addestratore di cavalli, si trova tragicamente di nuovo da solo, deve riuscire ad accettare che la sua vita perfetta è irrimediabilmente scomparsa.

È qui che entrano in scena il miliardario Evan Kaminski, arrivato alla scuderia con l’intenzione di comprare un cavallo alla sorella minore, e l’amante di Evan, Jeff Stevens, che sembra capire non solo in che cosa consista il lavoro di Dan, ma molto di più. Mentre lotta per cercare di affrontare tutti gli sconvolgimenti nella sua vita, Dan si ritrova, suo malgrado, attratto sia dall’intensa ma imprevedibile passionalità di Evan, sia dalla quieta saggezza di Jeff. Riuscirà Dan ad essere forte abbastanza da rischiare di dare una possibilità a questo nuovo amore, o deciderà invece che per lui sia meglio – più sicuro – rimanere da solo? (Dal sito dell’editore)

Recensione: Ho iniziato a leggere questo romanzo dopo che una nostra follower me lo ha segnalato come un libro splendido e commovente. Eccomi quindi qui a dire la mia.

Un cavallo nell’ombra è un romanzo che si può dividere in due parti nette. Il prima e il dopo il trasloco di Dan e dei cavalli. Tutta la prima parte è incentrata sulla storia fra Justin e Dan, sulla loro tragedia e sul loro grande amore. Sì, lo ammetto, alla fine ho quasi pianto anch’io. La Sherwood è riuscita a far provare al lettore il dolore di Dan, è riuscita a far riflettere su come la vita possa cambiare da un momento all’altro. È stata molto brava.

Nella seconda parte, il trasloco è avvenuto e Dan si ritrova a vivere nella dependance di Evan e ad avere stretti contatti sia con il suo datore di lavoro che con Jeff, il compagno di Evan. Fra una pensiero e l’altro di Dan, fa capolino Ryan, uno dei miei personaggi preferiti di questo romanzo.  La storia diventa molto più calma dal punto di vista sentimentale e, seppure incuriosisca nella lettura, non prende e non emoziona come tutta l’intera prima parte. Anche il finale, secondo me, lascia un po’ con l’amaro in bocca. Forse mi aspettavo qualcosa di più sconvolgente e probabilmente le mie aspettative erano troppo alte quando ho iniziato a leggerlo. Della Sherwood continuo a preferire Sfuggente.

So che si tratta di un primo volume, e quindi il finale, che non è stato al cento per cento nei miei gusti, credo sia l’inizio di qualcosa che si farà molto interessante.

Una nota dolente va purtroppo alla traduzione.  Il romanzo è stato pubblicato in italiano nel 2012, almeno a quanto mi risulta dal sito di Dreamspinner Press. E a me sembra che le cose ora siano cambiate molto, le traduzioni sono più pulite così come di solito anche i testi. Ma in Un cavallo nell’ombra troviamo errori davvero grossolani, dal “si inciampa” al “solo più”, espressioni prettamente regionali, non usate in italiano.

Ora so che ho preso un po’ a bastonate questo romanzo, eppure la storia in sé non è male. Le parti in cui Dan e Evan si avvicinano, o Dan e Jeff lo fanno, sono molto hot, il lettore desidera sapere cosa succederà fra quei tre, tende a tifare per uno, poi per l’altro, vorrebbe vedere Dan lasciar perdere entrambi e correre da Ryan. Non ci resta che attendere il secondo volume per scoprire cosa davvero succederà.

Io tifo per Ryan. 😛

Red

Anteprima #10

16 Ott

IN LETTURA

Un cavallo nell’ombra, di Kate Sherwood

Trama: Dan pensa all’idea di continuare semplicemente a guidare, lasciando tutti i casini alle spalle. Ha abbastanza denaro per farlo. Si potrebbe organizzare, fare arrivare il suo cavallo e le sue cose dove deciderà di fermarsi. D’altra parte, andarsene è quello che ha sempre fatto, ogni volta che le cose sono diventate troppo difficili – e, davvero, è sempre andata bene così.

Dan Wheeler pensava di aver trovato un equilibrio e un amore che sarebbero durati in eterno con Justin Archer, suo partner nella vita e nel lavoro. Ma quando Dan, continuando a lavorare alle dipendenze dei genitori di Justin come addestratore di cavalli, si trova tragicamente di nuovo da solo, deve riuscire ad accettare che la sua vita perfetta è irrimediabilmente scomparsa.

È qui che entrano in scena il miliardario Evan Kaminski, arrivato alla scuderia con l’intenzione di comprare un cavallo alla sorella minore, e l’amante di Evan, Jeff Stevens, che sembra capire non solo in che cosa consista il lavoro di Dan, ma molto di più. Mentre lotta per cercare di affrontare tutti gli sconvolgimenti nella sua vita, Dan si ritrova, suo malgrado, attratto sia dall’intensa ma imprevedibile passionalità di Evan, sia dalla quieta saggezza di Jeff. Riuscirà Dan ad essere forte abbastanza da rischiare di dare una possibilità a questo nuovo amore, o deciderà invece che per lui sia meglio – più sicuro – rimanere da solo?

Cosa ne penso per ora: Il romanzo inizia e promette molto bene. L’intera prima parte, più o meno fino a metà libro, è molto commovente, non poche volte mi sono ritrovata quasi a piangere. La seconda parte per ora è interessante. Molti refusi, però, per quanto riguarda l’editing.

DA RECENSIRE 

I Cacciatori di vampiri. La saga completa dei Gardella, di Colleen Gleason (Vol. 1- 5)

Trama: 

Da generazioni i Gardella sono cacciatori di vampiri: al compimento della maggiore età i discendenti sono chiamati ad accettare il destino della famiglia. Questa volta la prescelta è Victoria. Mentre la sua vita scorre tra sontuose sale da ballo e vicoli solitari illuminati dalla luna, il suo cuore è diviso tra il più ambito scapolo di Londra, il marchese di Rockley, e il suo enigmatico alleato, Sebastian Vioget. Ma quando si ritroverà faccia a faccia con il più potente vampiro mai esistito, Victoria dovrà compiere la scelta estrema tra amore e dovere…
È solo la prima delle tante sfide che attendono la coraggiosa cacciatrice di vampiri, in una straordinaria, eccitante serie che ha appassionato milioni di lettori. Cacciatori di vampiri, La condanna del vampiro, La rivolta dei vampiri, Il crepuscolo dei vampiri e Il bacio del vampiro: in un unico volume tutte le avventure della saga dei Gardella, un’avvincente storia di sangue, amore e morte, tra gli splendori e le ombre dell’Europa di inizio Ottocento.

Lo voglio recensire perché: mi era stato consigliato un sacco di volte e avevo sempre rimandato la lettura. Alla fine, la settimana scorsa, avevo voglia di una storia con vampiri, e l’ho preso. Ho divorato i cinque volumi in poco tempo.

DA LEGGERE

Una seconda opportunità, di Tisifone Samyliak

Trama: Erano passati due giorni da quando Andrea era sparito, due giorni senza un messaggio, una telefonata, un biglietto. Nulla di nulla. Quando anche il suo cellulare aveva smesso di dare segni di vita, Caterina si era arresa all’evidenza e la preoccupazione era diventata delusione e poi rabbia, una rabbia incontenibile che aveva rivolto verso se stessa. «È colpa tua, tua, solo tua,» aveva urlato al proprio riflesso, dopo essersi strappata di dosso gli abiti informi che coprivano il suo corpo imperfetto. «È inutile che sprechi tempo a spulciare nei negozi alla ricerca di qualcosa che esalti i tuoi patetici pregi perché tanto arriva il momento in cui nulla ti copre se non il vostro amore. E questo, a lui, non basta più.» (Dal sito dell’editore)

Lo voglio leggere perché: la trama mi ha incuriosita ed è il primo racconto pubblicato nella collana Spicy di Triskell Edizioni. Sono curiosa.

Un turbine d’amore – M. D. Grimm

26 Set

Titolo: Un turbine d’amore – I Mutaforma, Volume Secondo

Autore: M. D. Grimm

Editore: Dreamspinner Press

Prezzo: 3,99 $ (ebook)

Voto: 

Trama: Ryan e Caleb sono diventati amici mentre quest’ultimo gli insegnava a diventare umano. Nato come un toro di nome Turbine, Ryan è un mutaforma ed è stato comprato dalla madre di Caleb, che voleva proteggerlo – proprio come lo stesso Caleb. Il periodo trascorso assieme ha dato loro modo di approfondire i propri sentimenti… e li ha convinti a dare il via a una relazione. Ma quando Ryan viene rapito, Caleb si vede costretto a contattare l’Agenzia – un’organizzazione che protegge i mutaforma – perché la loro nuova vita insieme non finisca proprio sul nascere. (Dal sito dell’editore)

Recensione: Questo è il secondo volume de „I mutaforma“ di M. D. Grimm e devo dire che rispetto a Stregati, che ho recensito qui, abbiamo una storia un po’ più movimentata e soprattutto più originale. Il mutaforma Ryan è un incrocio fra un mutaforma taurino e una mucca, è nato in forma di toro e come tale ha vissuto a lungo, partecipando ai rodei e vincendo senza troppe difficoltà per via della sua intelligenza umana.

Anche questo romanzo della serie è breve – conta solo 95 pagine – ed è strutturato in modo che la storia risulti più interessante. Si apre infatti con il presente, in cui conosciamo Ryan e Caleb, il lavoro che svolgono e gli ultimi sviluppi della loro relazione. Poi si passa con un flashback abbastanza lungo al passato, e M. D. Grimm ci mette a conoscenza di come Turbine sia arrivato al ranch di un Caleb ancora adolescente, di come questi si sia affezionato al nuovo toro e di come sia nata la loro amicizia. Infine si ritorna al presente e si parte con l’azione vera e propria. La scelta dell’autrice di usare questa tecnica narrativa la trovo molto buona, è riuscita a tenere sveglio l’interesse del lettore, in questo caso il mio, e a far risultare credibile la storia d’amore fra i due protagonisti.
Anche questa volta devo ammettere, però, che il personaggio che più mi ha intrigata è Poe, che ha fatto la sua apparizione ed è rimasto più a lungo rispetto al primo volume, finalmente lasciando capire al lettore qualcosa in più sulla sua personalità e il suo modo d’agire e di pensare. Che dire? Continua a essere il mio preferito e spero proprio di poter leggere la sua storia nel prossimo volume. In più sono comparsi nuovi personaggi che promettono bene.
In generale, come per Stregati, consiglio questo libro per una leggera e piacevole lettura.

Red

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: