Tag Archives: rizzoli

Il blu è un colore caldo – Julie Maroh

28 Nov

il blu è un colore caldoTitolo: Il blu è un colore caldo

Autore: Julie Maroh

Editore: Rizzoli Lizard

Prezzo: 16 € (cartaceo), 6,99 € (ebook)

Voto:

Trama: Il primo sguardo tra due persone destinate a innamorarsi può essere un evento sconvolgente: una scossa destinata a far tremare le fondamenta di una vita banale, un’esplosione di colore che ravviva un mondo altrimenti grigio. È quello che accade a Clémentine 15 anni, in un pomeriggio qualsiasi, quando una macchia di colore si fa strada verso di lei tra la folla: una testa dai capelli tinti di blu, un paio d’occhi dello stesso colore che per i mesi a venire invaderanno, notte dopo notte, ogni suo sogno. Eppure, la storia di Clementine non è solo una storia d’amore. È una storia di vergogna, di negazione, di rabbia, di insicurezza: perché il nome della sua ossessione è Emma, e in un mondo intriso di pregiudizi vivere la propria omosessualità alla luce del sole può provocare fratture emotive insanabili, e deviare per sempre il corso di un’esistenza.

Recensione: Ho letto questa graphic novel senza aver visto il film a essa ispirato, La vita di Adele, ma credo che presto rimedierò e lo recensirò per voi.

Partendo dalle primissime impressioni, posso dirvi che ho adorato il titolo. Il blu è un colore ricorrente, l’unico che spicca e che ha un significato particolare per la trama. Fin dalle prime pagine scopriamo in parte come si concluderà la storia. Si tratta di una scelta che non ho apprezzato molto, ma ha reso meno duro il colpo finale.

Clémentine, la protagonista, è un’adolescente ed è fidanzata, ma non riesce ad avere rapporti sessuali con il suo ragazzo, non se la sente. Fin da quando vedrà per strada Emma, ragazza piuttosto riconoscibile per via dei capelli blu, comincerà a scoprire qualcosa di più su se stessa.

Ho letto pareri molto positivi su questa graphic novel, io vado un po’ controcorrente. Ho apprezzato Il blu è un colore caldo, si legge in una giornata scarsa e ci sono state delle parti, tra cui il finale, che mi hanno emozionata. Ciò che però secondo me manca è un pizzico di originalità in più, visto che accadono una serie di cose molto “standard”: il bacio con l’amica che poi la allontana, i compagni di scuola che scoprono che esce con una ragazza e la emarginano, i genitori che la buttano fuori di casa e così via. Poi vorrei dire altre due parole sui genitori che la buttano fuori di casa, visto che si sarebbe potuto evitare con un po’ di furbizia in più: dopo aver fatto l’amore a casa di Clémentine, Emma va in giro nuda per casa sua (con i genitori in casa, eh!) per prendere qualcosa da bere. La madre di Clémentine la vede nuda, lei scappa in camera e trovano nuda anche la figlia. Ecco, questa è la cosa che mi è sembrata più insensata. Se anche Emma fosse stata un ragazzo, dubito che i genitori avrebbero reagito bene, e sarebbe stato sufficiente che si rivestissero non dico entrambe, ma almeno Emma.

Resta comunque una storia abbastanza toccante, seppur come già detto non originalissima. Consiglio questa graphic novel soprattutto a chi non ha letto molte storie LGBT e vuole avvicinarsi a questo mondo.

Lake

Anteprima #9

9 Ott

IN LETTURA

gens arcana cecilia randallGens Arcana di Cecilia Randall

Trama: Firenze, 1478. Valiano de’ Nieri è discendente di una delle più antiche e nobili famiglie italiane di Arcani. Essere Arcano significa poter invocare la quinta essentia, il quinto elemento di Natura capace di combinarsi con gli altri quattro – Aria, Acqua, Terra e Fuoco – e di governarli. Il potere arcano è immenso e può determinare le sorti dell’umanità intera: per questo si tramanda solo attraverso il lignaggio del sangue e va protetto e tenuto segreto. Ma Valiano ha rifiutato i suoi poteri e la sua “predestinazione”, è fuggito e cerca di vivere normalmente lavorando come apprendista liutaio. Quando però suo padre Bonconte muore in circostanze misteriose e il suo amato fratello Angelo viene rapito, Valiano capisce di non potersi più sottrarre al proprio destino: il machiavellico cugino Folco de’ Nieri sta scalando il potere all’interno della famiglia e, pur di realizzare la sua ambizione, è pronto a sfruttare una conoscenza proibita – e Valiano deve fermarlo. Sullo sfondo della magnifica Firenze di Lorenzo de’ Medici, le gesta arcane si mescolano a quelle della congiura dei Pazzi in un vortice a cui nulla e nessuno potrà sottrarsi…

Cosa ne penso per ora: Ho trovato questo libro per caso. Coniuga due elementi che mi piacciono moltissimo, il fantasy e il Rinascimento. Credo che ci metterò tanto per leggerlo: è interessante, ma è davvero spesso… Lo ammetto: quelle seicento pagine mi spaventano un po’, in un periodo in cui ho voglia di letture leggere!

DA RECENSIRE

crossed la fuga ally condieCrossed – La fuga di Ally Condie

Trama: Per Cassia Reyes le regole del gioco sono cambiate. Solo poco tempo prima, un sofisticato sistema informatico creato dalla Società ha scelto come suo promesso Xander, il suo migliore amico: doveva essere il compagno perfetto, ma una macchina non può comandare il cuore. Infatti il ragazzo che lei ama è Ky Markham, una Aberrazione, un individuo che la Società considera pericoloso e indegno di essere promesso a qualcuno. Un errore che proietta Cassia in una nuova dimensione di verità e conoscenza dove può comprendere le mancanze e i difetti del Sistema che governa le loro esistenze. Scoprendo dentro di sé una forza che non sapeva di possedere, Cassia si allontana da un destino già programmato e si mette in viaggio verso le estreme frontiere della nazione per ricongiungersi a Ky, che è stato rapito e portato nei campi di lavoro dove la Società confina coloro che non ritiene idonei. Il percorso di Cassia sarà duro e pieno di ostacoli, ma proprio quando ogni speranza di rivederlo sembra perduta verrà a sapere che Ky si è rifugiato tra i profondi canyon che circondano la Società, luoghi ancora inesplorati dove non c’è traccia di vita umana. È proprio tra quelle gole che la ragazza farà la scoperta che muterà la sua vita e le permetterà di capire che non tutto è perduto e che dentro quel mondo apparentemente immobile e perfetto c’è un seme di cambiamento e di libertà. Una ribellione sta montando, e Cassia sarà finalmente libera di scegliere.

Lo voglio recensire perché: ho recensito Matched qui e mi era piaciuto tantissimo. Recensirò anche Reached, ovviamente. Credo che quella della Condie sia la serie distopica migliore in assoluto, ma è anche sottovalutata, quindi mi fa particolarmente piacere parlarne bene e farla conoscere agli altri.

DA LEGGERE

non lasciarmi mai emily hainsworthNon lasciarmi mai di Emily Hainsworth

Trama: Cam non sa darsi pace, da quando Viv è morta in un incidente. Era il grande amore della sua vita, la sua ancora di salvezza da una famiglia complicata, il suo unico sostegno dopo la brutta frattura che gli aveva stroncato una carriera nel football. Un giorno, nel punto in cui Viv è morta, Cam ha una strana apparizione. Sembra un fantasma, ma è una ragazza che viene da un mondo parallelo, e si chiama Nina. In questo mondo, al tempo stesso simile e diverso da quello reale, Viv non è mai morta. Cam è al settimo cielo quando scopre che finalmente potrà riaverla. Ma questa Viv si rivela piuttosto diversa dalla sua, e poi c’è Nina che si mette di mezzo. Allora Cam si trova a dover scegliere dove e con chi stare, e deve farlo in fretta, perché il varco tra i due mondi si fa sempre più stretto…

Lo voglio leggere perché: ho letto la trama e ho pensato “MIO”. Ha tutte le carte in regola per piacermi tantissimo. Sono proprio curiosa!

Lake

Colpa delle stelle – John Green

26 Ago

colpa delle stelle john green

Titolo: Colpa delle stelle

Autore: John Green

Editore: Rizzoli

Prezzo: 16,00 € (cartaceo) 11,99€ (ebook)

Voto: 

Trama: Hazel ha sedici anni, ma ha già alle spalle un vero miracolo: grazie a un farmaco sperimentale, la malattia che anni prima le hanno diagnosticato è ora in regressione. Ha però anche imparato che i miracoli si pagano: mentre lei rimbalzava tra corse in ospedale e lunghe degenze, il mondo correva veloce, lasciandola indietro, sola e fuori sincrono rispetto alle sue coetanee, con una vita in frantumi in cui i pezzi non si incastrano più. Un giorno però il destino le fa incontrare Augustus, affascinante compagno di sventure che la travolge con la sua fame di vita, di passioni, di risate, e le dimostra che il mondo non si è fermato, insieme possono riacciuffarlo. Ma come un peccato originale, come una colpa scritta nelle stelle avverse sotto cui Hazel e Augustus sono nati, il tempo che hanno a disposizione è un miracolo, e in quanto tale andrà pagato.

Recensione: Non amo particolarmente la narrativa generale, e credo che questo libro rientri nella categoria, nonostante molti ne abbiano parlato come romance young adults. Tuttavia, ho voluto dargli comunque una possibilità.

John Green scrive benissimo, a parer mio. Crea dei personaggi fantastici, pieni di stranezze e manie, personaggi molto reali. La narratrice è Hazel – o Hazel Grace, come la chiama Augustus – e la sua personalità trapela attraverso la narrazione. Hazel è sicuramente un po’ più matura rispetto alla maggior parte delle ragazzine della sua età, senza risultare poco credibile. È matura, sì, ma resta comunque una sedicenne e i suoi modi e il suo comportamento risultano verosimili in quanto tale, proprio come Augustus. Ho trovato splendida in particolar modo la parte in cui dice di essere una granata.

Anche i personaggi secondari sono dotati di carattere, non sono mai macchiette sullo sfondo; tra di loro spicca in particolar modo Isaac, grande amico di Hazel e Augustus.

La bravura di John Green non si limita ai personaggi; l’autore è stato in grado di creare una storia non banale, triste ma con dei momenti che fanno ridere o sorridere, mai melensa. Parlando delle capacità dell’autore, ho davvero poco e niente da criticare, nonostante non abbia trovato particolarmente fantastico questo libro credo che Green sia davvero capace.

Il motivo per cui le stelline sono quattro e non cinque fondamentalmente è uno solo: per quanto riconosca la bravura di Green e i pregi di questo romanzo, per gusto personale non l’ho apprezzato fino in fondo, proprio perché non mi piace molto il genere. Non sarei riuscita a dare il massimo dei voti a un romanzo che comunque non ho apprezzato appieno. Darò una seconda possibilità all’autore leggendo “Città di carta”, libro che forse, per via dei temi trattati, si avvicina maggiormente ai miei gusti, pur restando narrativa generale.

Lake

Anteprima #6

31 Lug

IN LETTURA

insurgent veronica rothInsurgent di Veronica Roth

Trama: Una scelta può cambiare il destino di una persona… o annientarlo del tutto. Ma qualsiasi essa sia, le conseguenze vanno affrontate. Mentre il mondo attorno a lei sta crollando, Tris cerca disperatamente di salvare tutti quelli che ama e se stessa, e di venire a patti con il dolore per la perdita dei suoi genitori e con l’orrore per quello che è stata costretta a fare. La sua iniziazione avrebbe dovuto concludersi con una cerimonia per celebrare il proprio ingresso nella fazione degli Intrepidi, ma invece di festeggiare la ragazza si è ritrovata coinvolta in un conflitto più grande di lei… Ora che la guerra tra le fazioni incombe e segreti inconfessabili riemergono dal passato, Tris deve decidere da che parte stare e abbracciare completamente il suo lato divergente, anche se questo potrebbe costarle più di quanto sia pronta a sacrificare.

Cosa ne penso per ora: Avevo amato da morire Divergent e non sapevo bene cosa aspettarmi. Per ora la lettura non mi sta deludendo, è senza dubbio un romanzo un po’ diverso rispetto al primo della saga, un po’ più incentrato su alleanze e tradimenti, ma non per questo meno interessante. Certi colpi di scena mi hanno fatto cadere la mascella per lo stupore.

DA RECENSIRE

colpa delle stelle john greenColpa delle stelle di John Green

Trama: Hazel ha sedici anni, ma ha già alle spalle un vero miracolo: grazie a un farmaco sperimentale, la malattia che anni prima le hanno diagnosticato è ora in regressione. Ha però anche imparato che i miracoli si pagano: mentre lei rimbalzava tra corse in ospedale e lunghe degenze, il mondo correva veloce, lasciandola indietro, sola e fuori sincrono rispetto alle sue coetanee, con una vita in frantumi in cui i pezzi non si incastrano più. Un giorno però il destino le fa incontrare Augustus, affascinante compagno di sventure che la travolge con la sua fame di vita, di passioni, di risate, e le dimostra che il mondo non si è fermato, insieme possono riacciuffarlo. Ma come un peccato originale, come una colpa scritta nelle stelle avverse sotto cui Hazel e Augustus sono nati, il tempo che hanno a disposizione è un miracolo, e in quanto tale andrà pagato. (Dalla quarta di copertina)

Lo voglio recensire perché: L’ho appena finito e voglio dire la mia al riguardo. Questa volta non ci sono veri motivi, a parte quelli ovvi…

DA LEGGERE

Città di carta di John Green

Trama: Quentin Jacobsen è sempre stato innamorato di Margo Roth Spiegelman, fin da quando, da bambini, hanno condiviso un’inquietante scoperta. Con il passare degli anni il loro legame speciale sembrava essersi spezzato, ma alla vigilia del diploma Margo appare all’improvviso alla finestra di Quentin e lo trascina in piena notte in un’avventura indimenticabile. Forse le cose possono cambiare, forse tra di loro tutto ricomincerà. E invece no. La mattina dopo Margo scompare misteriosamente. Tutti credono che si tratti di un altro dei suoi colpi di testa, di uno dei suoi viaggi on the road che l’hanno resa leggendaria a scuola. Ma questa volta è diverso. Questa fuga da Orlando, la sua città di carta, dopo che tutti i fili dentro di lei si sono spezzati, potrebbe essere l’ultima.

Lo voglio leggere perché: la trama mi sembrava interessante, poi ho letto l’incipit e mi è piaciuto tantissimo. Credo che John Green sia bravo a creare personaggi molto realistici, quindi penso che mi piacerà.

Lake

Tutto ciò che sappiamo dell’amore – Colleen Hoover

12 Lug

colleen hoover tutto ciò che sappiamo dell'amore rizzoli

Titolo: Tutto ciò che sappiamo dell’amore

Autore: Colleen Hoover

Editore: Rizzoli

Prezzo: 16,00 € (cartaceo), 9,99 € (ebook)

Voto:

Trama:Lake arriva in Michigan dopo la morte del padre, rassegnata ad affrontare un nuovo, faticoso inizio. La risalita appare all’improvviso dolce grazie a Will, il vicino di casa, a sua volta costretto dalla vita a crescere in fretta. L’intesa è immediata, ma il primo giorno nella nuova scuola Lake scopre che il loro è un amore impossibile: Will è uno dei suoi professori – giovanissimo, ma dall’altra parte della barricata. Altrettanto impossibile allontanarsi, dimenticarsi, rinunciare: e così Lake e Will si parlano attraverso la poesia, anzi, le poesie, in pubblico ma in segreto, servendosi di uno slam – una gara di versi – per dirsi tutto ciò che devono e vogliono dirsi. Alla fine è qualcosa di molto semplice, di essenziale: tutto ciò che sappiamo dell’amore è che l’amore è tutto, come ha scritto Emily Dickinson a nome di tutti noi. (Quarta di copertina)

Recensione: Sebbene abbia dei generi preferiti, vado a periodi. C’è il periodo in cui leggo solo distopie (ora, più o meno), quello in cui sono fissata con i romance LGBT, quello del fantasy e così via. In questo periodo non avevo particolare voglia di leggere un romance con ambientazione contemporanea. Tuttavia, leggendo la trama, ero rimasta colpita dalle gare di poesia, mi sembrava un’idea molto originale con un grande potenziale. Così ho deciso di acquistare il libro, sperando che l’idea delle gare di slam fosse sfruttata bene.

Ho cominciato a leggerlo alla sera sul tardi, con il classico proposito che ogni lettore si è ritrovato ad avere almeno una volta nella vita: “Ne leggo solo qualche pagina per vedere com’è”. Risultato? Mi sono costretta a smettere di leggere una volta arrivata a metà circa, per poi divorare la parte rimanente l’indomani.

La storia d’amore tra professore e alunna potrebbe sembrare un cliché, ma vi assicuro che è una storia nuova, appassionante, piena di dolcezza (ma non in maniera esagerata, tranquilli, non rischiate il diabete a leggere questo libro).

Chi ha pregiudizi sui libri per new adult (io non ne ho, tanto per metterlo in chiaro :P) dovrebbe metterli da parte e dare una possibilità a questo romanzo. Will e Lake sono due personaggi fantastici; sono reali, con i loro difetti, ma anche in grado di insegnare molto. Tutto ciò che sappiamo dell’amore potrebbe sembrare “solo” una storia d’amore, ma non lo è, no. È una storia che parla dell’importanza della poesia, di come affrontare la morte e – soprattutto – di come affrontare la vita. Will e Lake, ma soprattutto quest’ultima, si ritroveranno a imparare molto dai loro fratellini che superano con una maturità soprendente le situazioni che la vita impone. Anche loro sono dei personaggi fantastici, così come il padre di Eddie, migliore amica di Lake, nonostante compaia in una sola scena, e come tanti altri.

Insomma, mi sono innamorata di questo libro. Chissà cosa combinerà l’autrice nei due romanzi che seguiranno… Non mi resta che sperare che arrivino presto in Italia (o decidermi a leggerli in lingua originale)!

Lake

Anteprima #1

10 Lug

Buongiorno, qui è Lake che vi parla!
Ogni tanto condivideremo qui sul blog la lista dei libri che vogliamo leggere (prima o poi, non necessariamente nell’immediato futuro), che stiamo leggendo, che abbiamo già letto e vogliamo recensire… Un po’ di tutto, con anche un breve commento su ciò che ci aspettiamo da un determinato romanzo.
Quindi… si parte!

IN LETTURA
Shades of life di Glinda Izabel

Trama: Pensava che la morte fosse la fine — poi l’amore la riportò alla vita.
Juniper Lee potrebbe concedersi ogni lusso. Potrebbe viaggiare senza preoccuparsi di avere una destinazione, abbandonarsi a ogni sorta di eccesso senza temere ripercussioni.
Ma non c’è nessun bene materiale che possa distrarla dalla solitudine che la divora, perché Juniper è un spettro intrappolato in una dimensione dai contorni indefiniti. .
Il suo cuore non batte realmente, e tutto di lei – i suoi respiri, i suoi sorrisi, le lacrime che spesso le solcano le guance, sono solo l’eco di una vita ormai lontana.
Juniper è sola e non possiede alcun ricordo. L’unica memoria che sollecita la sua mente, sin da quando si è risvegliata nella sua nuova forma spettrale, è quella di un nome. Il suo. Unica eredità della ragazza che doveva essere stata un tempo. Eppure, nonostante sembri non esserci nulla a legarla al mondo dei vivi, Juniper non riesce a seguire il raggio di luce che potrebbe aprirle le porte dell’aldilà.
Quando alla sua porta si presenta Logan, attraente ragazzo dallo sguardo scintillante, tutto per lei si tinge di nuovi e abbaglianti colori. Logan è diverso dagli altri spettri, è come se in sé nascondesse qualcosa di unico, che l’attrae in modo irresistibile.
Qualcosa di inspiegabile avviene quando i due si toccano, come l’esplosione di una forza celestiale. E un ingranaggio si smuove nei recessi della mente di lei, facendole provare sensazioni mai conosciute prima. Sensazioni che profumano di ricordi sopiti e verità dimenticate. Sensazioni che potrebbero rispondere alla domanda che l’ha assillata sin dal giorno del suo risveglio: chi è davvero Juniper Lee? (Trama presa da Amazon)

Cosa ne penso per ora: Al momento, il mio giudizio non è né nettamente positivo né nettamente negativo. Ho voluto leggere questo libro perché ne ho sentito parlare molto bene e seguo il blog di Glinda, L’atelier dei libri, quindi ero curiosa. Il problema è che credo che non sia propriamente il mio genere, visto che è estremamente zuccheroso, un po’ troppo per i miei gusti. Nonostante il giudizio personale, lo trovo un libro scritto molto bene, quindi comunque al momento lo consiglierei a chi apprezza il genere.

DA RECENSIRE

Tutto ciò che sappiamo dell’amore di Colleen Hoover

Trama: Lake arriva in Michigan dopo la morte del padre, rassegnata ad affrontare un nuovo, faticoso inizio. La risalita appare all’improvviso dolce grazie a Will, il vicino di casa, a sua volta costretto dalla vita a crescere in fretta. L’intesa è immediata, ma il primo giorno nella nuova scuola Lake scopre che il loro è un amore impossibile: Will è uno dei suoi professori – giovanissimo, ma dall’altra parte della barricata. Altrettanto impossibile allontanarsi, dimenticarsi, rinunciare: e così Lake e Will si parlano attraverso la poesia, anzi, le poesie, in pubblico ma in segreto, servendosi di uno slam – una gara di versi – per dirsi tutto ciШ che devono e vogliono dirsi. Alla fine è qualcosa di molto semplice, di essenziale: tutto ciò che sappiamo dell’amore è che l’amore è tutto, come ha scritto Emily Dickinson a nome di tutti noi. (Quarta di copertina)

Lo voglio recensire perché nella sua semplicità è stato uno dei romanzi più dolci e commoventi che abbia letto, e anche perché il mio nickname deriva proprio da questo libro.

DA LEGGERE

piemme delirium lauren oliverDelirium di Lauren Oliver

Trama: Nel futuro in cui vive Lena, l’amore è una malattia, causa presunta di guerre, follia e ribellione. È per questo che gli scienziati sottopongono tutti coloro che compiono diciotto anni a un’operazione che li priva della possibilità di innamorarsi. Lena non vede l’ora di essere “curata”, smettendo così di temere di ammalarsi e cominciare la vita serena che è stata decisa per lei. Ma mancano novantacinque giorni all’operazione e, mentre viene sottoposta a tutti gli esami necessari, a Lena capita l’impensabile. Si infetta: si innamora di Alex. E questo sentimento è come ritornare a vivere, in una società di automi che non conosce passione, ma nemmeno affetto e comprensione, Lena scoprirà l’importanza di scegliere chi si vuole diventare e con chi si vuole passare il resto della propria vita… (Quarta di copertina)

Lo voglio leggere perché: ce l’ho sulla libreria da mesi, ma non mi sono ancora decisa a cominciarlo. L’idea dell’amore visto come malattia non mi sembra originalissima, in molti mondi distopici l’amore è stato mostrato come vietato, però voglio comunque dare una possibilità a questo romanzo, sperando che sappia stupirmi.

Lake

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: