Tag Archives: romance contemporaneo

Perché proprio a me – Stella Bright

28 Mag

https://i0.wp.com/www.triskelledizioni.it/wp-content/uploads/2014/03/cover.jpgTitolo: Perché proprio a me

Autore: Stella Bright

Editore: Triskell Edizioni

Prezzo: 2,99 € (ebook)

Voto:

Trama: Glenna, componente dello staff tecnico della squadra di rugby dei Cardiffs, è un vero peperino, un maschiaccio. E una rossa da urlo. La sua vita viene letteralmente messa sottosopra dall’arrivo di un nuovo elemento dalla Repubblica Sudafricana: Johann Christiaan Van der Vaals. Perché le è toccata una simile punizione divina? Da parte sua sarà guerra su tutti i fronti, sia con le parole che con i fatti. Una guerra a colpi di insulti e sì, anche di schiaffi, perché Glenna è una tremenda ragazza irlandese, testarda e bellicosa e molto, molto prevenuta verso il nuovo acquisto della squadra.

Peccato che non abbia fatto i conti con i sentimenti, la passione e l’amore.

E peccato che non abbia neppure tenuto conto del ruvido fascino di Johann e dei suoi stupendi occhi da leone. Ma soprattutto non ha riflettuto sul fatto che di solito nell’acqua che non si vuol bere alla fine si finisce con l’annegarvi.

Recensione: Glenna è una gran testa di cavolo, questa è stata una delle prime cose che ho pensato e che credo che abbiano pensato tutti. Se per certi versi mi è stata simpaticissima per il suo carattere esuberante, per altri l’avrei schiaffeggiata ogni due pagine.

Ciò che mi ha convinta meno di questa storia sono i motivi che si celano dietro all’odio innato che Glenna prova per Johann (o John, come lo chiama lei): quest’ultimo è un sudafricano bianco e lei odia i sudafricani bianchi. In altre parole, come le verrà fatto notare, è razzista. Comincerà a trattare male quel poveraccio fin da subitissimo, senza che lui possa darle dei reali motivi per farlo. L’odio di Glenna è uno dei pilastri fondamentali su cui si regge la trama, ma non ho trovato sufficienti i motivi (in realtà è solo uno, il suddetto razzismo) che vi stanno dietro.

Glenna, però, mi è comunque piaciuta molto. È una forza della natura, bellissima e consapevole di esserlo, sicura di sé. Con le sue qualità si è conquistata il rispetto di tutti in un ambiente esclusivamente maschile, è un personaggio molto positivo sotto certi aspetti. Il suo carattere è completamente opposto alla pacatezza di Johann, che nel corso della storia dimostra di avere una pazienza sovrumana.

Nonostante qualche perplessità, resta un racconto molto carino che si legge nel giro di un pomeriggio, scritto con uno stile fresco e piacevole. E chissà che in futuro l’autrice non decida di scrivere la love-story di qualche altro membro della squadra di rugby…

Lake

Finalmente ti ho trovata – Aurora Gray

23 Mag

https://i2.wp.com/www.triskelledizioni.it/wp-content/uploads/2014/04/cover.jpgTitolo: Finalmente ti ho trovata

Autore: Aurora Gray

Editore: Triskell Edizioni

Prezzo: 2,99 € (ebook)

Voto: 

Trama: Bruno e Aurora vivono a Roma.
Frequentano gli stessi locali, si ritrovano negli stessi angoli perduti  della città, a volte restano incantati dagli stessi scorci, negli stessi momenti.
Ma non si incontrano.
Troppo sensibile, lui, rispetto ai suoi amici. Troppo sognatrice, lei, rispetto alle sue amiche.
E tra coloro che riescono a ferirli, coloro che continuano a deluderli, si stagliano i consigli proprio di chi, credendo di proteggerli, riesce solo a inquinarli.
Eppure lo sentono.
Lo sentono dentro, tanto intensamente da spezzargli quasi la colonna vertebrale: esiste qualcosa di più di ciò che sono costretti a vivere pur di assaporare un’emozione da poco.

Recensione: Finalmente ti ho trovata è stato per me il libro giusto al momento giusto.

Fin dalle prime pagine si può notare come l’autrice sia perfettamente in grado di scegliere le parole più adatte, lo stile è ricco senza essere pomposo o pretenzioso. L’ambientazione dimostra come sia meglio scrivere di luoghi che si conoscono, con piccoli cenni a luoghi di Roma che contribuiscono ad arricchire il testo.

La realtà che viene descritta in queste pagine è una realtà grigia, arida, proprio per questo estremamente realistica. Le amiche disilluse, gli amici misogini, le relazioni viste non come qualcosa di spontaneo ma come la messa in pratica di una strategia pianificata.

All’inizio avevo odiato Bruno, il protagonista maschile, perché mi ero lasciata ingannare. Mi sembrava un personaggio troppo negativo e maschilista, ma era anche abbastanza palese che l’effetto fosse voluto. In realtà, Bruno, è estremamente diverso da ciò che poteva apparire dalle prime pagine. Talmente diverso da sentirsi fuori posto, complici gli amici che cercano di insegnargli a considerare le donne come qualcosa da usare per poi sbarazzarsene. Bruno, invece, nonostante qualche momento grigio, resta speranzoso, continua a credere che possa esistere qualcosa di più, e quel qualcosa di più è Aurora.

Al contrario di Bruno, Aurora mi è piaciuta fin da subito. Forse perché sotto certi aspetti mi assomiglia, o forse perché almeno una volta nella vita a ogni donna è capitato di sentirsi un po’ come lei.

Come ho detto all’inizio, è stata la lettura giusta al momento giusto. Insegna a credere che anche nei luoghi più aridi possa nascere quel sentimento puro e assoluto che tutti cercano e in cui tanti smettono di sperare.

Lake

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: