Tag Archives: Triskell Edizioni

Perché proprio a me – Stella Bright

28 Mag

https://i0.wp.com/www.triskelledizioni.it/wp-content/uploads/2014/03/cover.jpgTitolo: Perché proprio a me

Autore: Stella Bright

Editore: Triskell Edizioni

Prezzo: 2,99 € (ebook)

Voto:

Trama: Glenna, componente dello staff tecnico della squadra di rugby dei Cardiffs, è un vero peperino, un maschiaccio. E una rossa da urlo. La sua vita viene letteralmente messa sottosopra dall’arrivo di un nuovo elemento dalla Repubblica Sudafricana: Johann Christiaan Van der Vaals. Perché le è toccata una simile punizione divina? Da parte sua sarà guerra su tutti i fronti, sia con le parole che con i fatti. Una guerra a colpi di insulti e sì, anche di schiaffi, perché Glenna è una tremenda ragazza irlandese, testarda e bellicosa e molto, molto prevenuta verso il nuovo acquisto della squadra.

Peccato che non abbia fatto i conti con i sentimenti, la passione e l’amore.

E peccato che non abbia neppure tenuto conto del ruvido fascino di Johann e dei suoi stupendi occhi da leone. Ma soprattutto non ha riflettuto sul fatto che di solito nell’acqua che non si vuol bere alla fine si finisce con l’annegarvi.

Recensione: Glenna è una gran testa di cavolo, questa è stata una delle prime cose che ho pensato e che credo che abbiano pensato tutti. Se per certi versi mi è stata simpaticissima per il suo carattere esuberante, per altri l’avrei schiaffeggiata ogni due pagine.

Ciò che mi ha convinta meno di questa storia sono i motivi che si celano dietro all’odio innato che Glenna prova per Johann (o John, come lo chiama lei): quest’ultimo è un sudafricano bianco e lei odia i sudafricani bianchi. In altre parole, come le verrà fatto notare, è razzista. Comincerà a trattare male quel poveraccio fin da subitissimo, senza che lui possa darle dei reali motivi per farlo. L’odio di Glenna è uno dei pilastri fondamentali su cui si regge la trama, ma non ho trovato sufficienti i motivi (in realtà è solo uno, il suddetto razzismo) che vi stanno dietro.

Glenna, però, mi è comunque piaciuta molto. È una forza della natura, bellissima e consapevole di esserlo, sicura di sé. Con le sue qualità si è conquistata il rispetto di tutti in un ambiente esclusivamente maschile, è un personaggio molto positivo sotto certi aspetti. Il suo carattere è completamente opposto alla pacatezza di Johann, che nel corso della storia dimostra di avere una pazienza sovrumana.

Nonostante qualche perplessità, resta un racconto molto carino che si legge nel giro di un pomeriggio, scritto con uno stile fresco e piacevole. E chissà che in futuro l’autrice non decida di scrivere la love-story di qualche altro membro della squadra di rugby…

Lake

Finalmente ti ho trovata – Aurora Gray

23 Mag

https://i2.wp.com/www.triskelledizioni.it/wp-content/uploads/2014/04/cover.jpgTitolo: Finalmente ti ho trovata

Autore: Aurora Gray

Editore: Triskell Edizioni

Prezzo: 2,99 € (ebook)

Voto: 

Trama: Bruno e Aurora vivono a Roma.
Frequentano gli stessi locali, si ritrovano negli stessi angoli perduti  della città, a volte restano incantati dagli stessi scorci, negli stessi momenti.
Ma non si incontrano.
Troppo sensibile, lui, rispetto ai suoi amici. Troppo sognatrice, lei, rispetto alle sue amiche.
E tra coloro che riescono a ferirli, coloro che continuano a deluderli, si stagliano i consigli proprio di chi, credendo di proteggerli, riesce solo a inquinarli.
Eppure lo sentono.
Lo sentono dentro, tanto intensamente da spezzargli quasi la colonna vertebrale: esiste qualcosa di più di ciò che sono costretti a vivere pur di assaporare un’emozione da poco.

Recensione: Finalmente ti ho trovata è stato per me il libro giusto al momento giusto.

Fin dalle prime pagine si può notare come l’autrice sia perfettamente in grado di scegliere le parole più adatte, lo stile è ricco senza essere pomposo o pretenzioso. L’ambientazione dimostra come sia meglio scrivere di luoghi che si conoscono, con piccoli cenni a luoghi di Roma che contribuiscono ad arricchire il testo.

La realtà che viene descritta in queste pagine è una realtà grigia, arida, proprio per questo estremamente realistica. Le amiche disilluse, gli amici misogini, le relazioni viste non come qualcosa di spontaneo ma come la messa in pratica di una strategia pianificata.

All’inizio avevo odiato Bruno, il protagonista maschile, perché mi ero lasciata ingannare. Mi sembrava un personaggio troppo negativo e maschilista, ma era anche abbastanza palese che l’effetto fosse voluto. In realtà, Bruno, è estremamente diverso da ciò che poteva apparire dalle prime pagine. Talmente diverso da sentirsi fuori posto, complici gli amici che cercano di insegnargli a considerare le donne come qualcosa da usare per poi sbarazzarsene. Bruno, invece, nonostante qualche momento grigio, resta speranzoso, continua a credere che possa esistere qualcosa di più, e quel qualcosa di più è Aurora.

Al contrario di Bruno, Aurora mi è piaciuta fin da subito. Forse perché sotto certi aspetti mi assomiglia, o forse perché almeno una volta nella vita a ogni donna è capitato di sentirsi un po’ come lei.

Come ho detto all’inizio, è stata la lettura giusta al momento giusto. Insegna a credere che anche nei luoghi più aridi possa nascere quel sentimento puro e assoluto che tutti cercano e in cui tanti smettono di sperare.

Lake

Eri come sei – Erin E. Keller

9 Gen

Titolo: Eri come sei

Autore: Erin E. Keller

Editore: Triskell Edizioni

Prezzo: 3,99 €

Voto:

Trama: Alex percorre, apparentemente senza scossoni, la strada della vita. Una strada che ha costruito da un certo punto in poi, transennando per bene una parte del suo passato. Ha un lavoro, degli amici, un bell’appartamento e un’amica che soddisfa i suoi bisogni. Una vita lineare per una strada lineare. Quando Daniel si presenta alla sua porta, Alex incontra il primo sassolino – che si rivela essere più simile a un macigno – sul suo tragitto. Un intoppo che lo costringerà a voltarsi indietro e tornare sui suoi passi per affrontare ciò che è successo anni prima e che lo ha portato a essere qualcosa di diverso da ciò che realmente è.
E quando finalmente si rende conto che l’unica cosa che ha transennato veramente non è altro che il suo vero io, inizia la parte più difficile del viaggio, quella che potrebbe condurlo a Daniel e alla parte più remota di sé.

Recensione: È uscito da un paio di settimane il nuovo romanzo di Erin E. Keller. Ho avuto il piacere di leggerlo e devo dire che anche questa volta ne sono rimasta soddisfatta. Il tema affrontato in Eri come sei è un argomento molto importante e molto attuale, purtroppo. Infatti il protagonista, Alex, è stato vittima da giovane di un atto di bullismo e anche da adulto ne paga le conseguenze, non riuscendo a vivere la propria vita in tutta libertà. L’autrice mette l’accento su questa violenza psicologica che, anche se subita una sola volta, può provocare danni a lungo termine nelle vittime. D’altro canto, proprio Alex, una volta superato il trauma, si rende conto che dare retta a certe persone proprio non ne vale la pena, che se ne avesse parlato con qualcuno, forse la sua vita sarebbe stata diversa. Erin E. Keller mostra i due lati del bullismo. Nel momento in cui vediamo il bullo da adulto, ci rendiamo conto del motivo per cui, allora, si era comportato così. Un po’ poco originale il fatto che da adulto il bullo sia ciò che aveva accusato di essere Alex da ragazzo, ma alla fine poco importa.

Una bella storia, con personaggi molto curati nei dettagli. Daniel è un uomo fantastico, Bryan e Kevin amici premurosi, Matt un personaggio molto intelligente. Alex… è Alex, con i suoi alti e bassi, le sue incertezze e le sue paure.

Eri come sei è un bel romanzo, che consiglio di leggere.

Red

Nuvole – S. M. May Recensione in ANTEPRIMA

27 Ott

nuvoleTitolo: Nuvole

Autore: S. M. May

Editore: Triskell Edizioni

Prezzo: 2,99 €

Voto:

Trama: Luca e Beatrice sono fidanzati  da tanti anni e, al ritorno da un viaggio all’estero, incontrano il bel dottore Mircea, di padre italiano e madre rumena. Questo incontro stravolge la vita di Luca, colmando di dubbi l’uomo, che tende a voler avere sempre tutto sotto controllo. Ma quest’incontro porta alla luce anche verità sulla sua relazione con Bea, che forse aveva sempre evitato di riconscere. Per Luca è il momento di prendere delle decisioni importanti.

Recensione: Ho letto questo brevissimo romanzo – raggiunge appena le 86 pagine – in pochissimo tempo e con molto piacere. La storia prende sin dalle prime righe. Il protagonista è un uomo che scopre se stesso, che scopre che non sempre tutto può essere tenuto sotto controllo solo per continuare a vivere una vita tranquilla. Luca non parla molto, non si entusiasma quasi mai, vuole bene a Bea e pensa di condividere con lei il resto della sua vita. Ma Bea sa più cose su di lui e sulla loro relazione di quante lui stesso ne possa sapere o, meglio dire, voglia accettare. L’entrata in scena di Mircea, un dottore bellissimo, da una personalità forte, sicuro di quello che è e di ciò che vuole dalla vita, è il fattore decisivo che mette in moto una serie di eventi e di introspezioni dei personaggi, che porteranno Luca a dover fare delle scelte importanti.

La sofferenza, i dubbi e la paura del protagonista sono palpabili, l’ostinato tentativo di mantere tutto nella sua vita come prima di incontrare Mircea è quasi comprensibile. È difficile riuscire a fare certi passi. È difficile ammettere certe cose perfino a se stessi.

Lo stile è scorrevole e curato, e i personaggi sono ben definiti. Ho apprezzato molto il finale, ma, come mi succede spesso ultimamente, avrei preferito che l’autrice si fosse dilungata un po’ di più prima di porre la parola fine. Il riavvicinamento dei due protagonisti, secondo me, avrebbe avuto bisogno di più spazio.

Le scene hot sono ben descritte, coinvolgenti ma mai volgari.

Piccole pecche: una svista (?) quando l’autrice parla di labbra che “mordono” e una pagina un po’ infodumposa sul metodo di lavoro dei due fratelli. Entrambe però sono pecche perdonabili, vista la bontà della storia.

Nuvole sarà disponibile sul sito di Triskell Edizioni a partire dal 29 ottobre.

Lettura sicuramente consigliata!

Red

Come un libro aperto – Viola Lodato

25 Ott

Titolo: Come un libro aperto

Autore: Viola Lodato

Editore: Triskell Edizioni

Prezzo: 3,99 € (ebook)

Voto:

Trama: Valerio, voce narrante del romanzo, è gay non dichiarato, non è particolarmente simpatico, ma ha le idee chiare: vuole diventare uno scrittore. Peccato che non abbia altrettanto chiaro come fare. E peccato che sia sordo alle critiche. Quindi, arroccato nella sua torre d’avorio fatta di sicurezze piene di ke e xké, continua per la sua strada, fino a quando la sua omosessualità non viene svelata a tradimento. Ci vorranno una compagna odiosa, un amico paziente, un computer poco collaborativo, un tecnico infingardo, una famiglia un po’ particolare ed Emanuele, un editor a prima vista spietato, per distruggere le sue sicurezze. E sarà proprio grazie a Emanuele che Valerio imboccherà la via giusta nella scrittura e nella vita.

Recensione: Avevo iniziato a leggere questo libro aspettandomi un romance, come abituata dalle precedenti pubblicazioni di Triskell Edizioni. Devo dire che in fondo lo è anche Come un libro aperto, seppur la parte romantica ci metta un po’ di pagine prima di arrivare.

I personaggi principali sono ben caratterizzati, soprattutto Valerio ed Emanuele. Dei secondari ho apprezzato tantissimo la sorella di Valerio, Sara. Non fosse altro che per questo passaggio, in cui la sua personalità è ben riassunta in pochi sostanziali parole.

«Ah, perché secondo te quello per me è un problema?» mi domandò. «Scrivi da schifo e mi ritieni pure un’omofoba? Grazie, bel fratello che ho.»

«Se lo sapevi già perché non me ne hai mai parlato?» domandai.

«Tu sei venuto a parlarmi quando hai scoperto che sono eterosessuale? Ogni tanto mi sembri cretino.»

Molto carina e realistica la storia d’amore fra Valerio ed Emanuele, anche se credo che avrebbe avuto bisogno di un po’ più spazio. Il passato di Emanuele è appena accennato, ma colpisce il lettore, che vorrebbe scoprire molto di più a riguardo.

La mia recensione però non finisce qui. Sarò sincera, all’inizio volevo dare a questo romanzo breve solo 3,5 o al massimo 4 stelline. Poi però ci ho riflettuto su. Come un libro aperto è molto di più di un romanzo d’amore. Per chi, come me, bazzica nel mondo dell’editoria e della scrittura creativa, questo libro, di appena 126 pagine, rappresenta l’esempio più palese di una sfilza lunghissima di giovani aspiranti scrittori che non si rendono ancora conto (e forse non lo faranno mai, al contrario di Valerio, che invece lo ha capito, anche se ci ha messo un bel po’) che scrivere richiede non solo talento, ma anche e soprattutto tecnica e costanza, disciplina e voglia di migliorare.

Grazie ai consigli di Emanuele, Come un libro aperto potrebbe essere considerato anche una sorta di introduzione al mondo della scrittura: si parla di infodump, di Gary Stu, del problema dell’editoria a pagamento, di piccole e grandi case editrici, di critiche costruttive, e tanto altro, a tratti anche in modo divertente.

Non sarei Red, se non trovassi qualcosina in più da ridire, quindi ecco quello in cui avrei preferito una maggiore attenzione durante la fase di editing: le ripetizioni.

Sperando che molti giovani aspiranti scrittori lo leggano, ho deciso di dargli 4,5 stelline, perché da loro merita sicuramente di essere letto. E per gli amanti del romance, di certo una piacevole lettura.

Red

Anteprima #10

16 Ott

IN LETTURA

Un cavallo nell’ombra, di Kate Sherwood

Trama: Dan pensa all’idea di continuare semplicemente a guidare, lasciando tutti i casini alle spalle. Ha abbastanza denaro per farlo. Si potrebbe organizzare, fare arrivare il suo cavallo e le sue cose dove deciderà di fermarsi. D’altra parte, andarsene è quello che ha sempre fatto, ogni volta che le cose sono diventate troppo difficili – e, davvero, è sempre andata bene così.

Dan Wheeler pensava di aver trovato un equilibrio e un amore che sarebbero durati in eterno con Justin Archer, suo partner nella vita e nel lavoro. Ma quando Dan, continuando a lavorare alle dipendenze dei genitori di Justin come addestratore di cavalli, si trova tragicamente di nuovo da solo, deve riuscire ad accettare che la sua vita perfetta è irrimediabilmente scomparsa.

È qui che entrano in scena il miliardario Evan Kaminski, arrivato alla scuderia con l’intenzione di comprare un cavallo alla sorella minore, e l’amante di Evan, Jeff Stevens, che sembra capire non solo in che cosa consista il lavoro di Dan, ma molto di più. Mentre lotta per cercare di affrontare tutti gli sconvolgimenti nella sua vita, Dan si ritrova, suo malgrado, attratto sia dall’intensa ma imprevedibile passionalità di Evan, sia dalla quieta saggezza di Jeff. Riuscirà Dan ad essere forte abbastanza da rischiare di dare una possibilità a questo nuovo amore, o deciderà invece che per lui sia meglio – più sicuro – rimanere da solo?

Cosa ne penso per ora: Il romanzo inizia e promette molto bene. L’intera prima parte, più o meno fino a metà libro, è molto commovente, non poche volte mi sono ritrovata quasi a piangere. La seconda parte per ora è interessante. Molti refusi, però, per quanto riguarda l’editing.

DA RECENSIRE 

I Cacciatori di vampiri. La saga completa dei Gardella, di Colleen Gleason (Vol. 1- 5)

Trama: 

Da generazioni i Gardella sono cacciatori di vampiri: al compimento della maggiore età i discendenti sono chiamati ad accettare il destino della famiglia. Questa volta la prescelta è Victoria. Mentre la sua vita scorre tra sontuose sale da ballo e vicoli solitari illuminati dalla luna, il suo cuore è diviso tra il più ambito scapolo di Londra, il marchese di Rockley, e il suo enigmatico alleato, Sebastian Vioget. Ma quando si ritroverà faccia a faccia con il più potente vampiro mai esistito, Victoria dovrà compiere la scelta estrema tra amore e dovere…
È solo la prima delle tante sfide che attendono la coraggiosa cacciatrice di vampiri, in una straordinaria, eccitante serie che ha appassionato milioni di lettori. Cacciatori di vampiri, La condanna del vampiro, La rivolta dei vampiri, Il crepuscolo dei vampiri e Il bacio del vampiro: in un unico volume tutte le avventure della saga dei Gardella, un’avvincente storia di sangue, amore e morte, tra gli splendori e le ombre dell’Europa di inizio Ottocento.

Lo voglio recensire perché: mi era stato consigliato un sacco di volte e avevo sempre rimandato la lettura. Alla fine, la settimana scorsa, avevo voglia di una storia con vampiri, e l’ho preso. Ho divorato i cinque volumi in poco tempo.

DA LEGGERE

Una seconda opportunità, di Tisifone Samyliak

Trama: Erano passati due giorni da quando Andrea era sparito, due giorni senza un messaggio, una telefonata, un biglietto. Nulla di nulla. Quando anche il suo cellulare aveva smesso di dare segni di vita, Caterina si era arresa all’evidenza e la preoccupazione era diventata delusione e poi rabbia, una rabbia incontenibile che aveva rivolto verso se stessa. «È colpa tua, tua, solo tua,» aveva urlato al proprio riflesso, dopo essersi strappata di dosso gli abiti informi che coprivano il suo corpo imperfetto. «È inutile che sprechi tempo a spulciare nei negozi alla ricerca di qualcosa che esalti i tuoi patetici pregi perché tanto arriva il momento in cui nulla ti copre se non il vostro amore. E questo, a lui, non basta più.» (Dal sito dell’editore)

Lo voglio leggere perché: la trama mi ha incuriosita ed è il primo racconto pubblicato nella collana Spicy di Triskell Edizioni. Sono curiosa.

Amnésie à Paris – Velia Rizzoli Benfenati

14 Ott

Titolo: Amnésie à Paris

Autore: Velia Rizzoli Benfenati

Editore: Triskell Edizioni

Prezzo: 2,99 €

Voto: 

Trama: Claudio è un giovane docente italiano che vive a Parigi, città che non ama, per stare vicino a Javier, il suo compagno. Un giorno, però, perde la memoria e si ritrova spaesato in un presente che non riconosce.

Una sera, stanco della sensazione d’ansia che lo attanaglia ormai da un mese, si rifugia in un bar. Quando Javier lo trova, percepisce il suo profondo dolore e decide di portarlo in giro per la città, raccontandogli momenti diversi della loro storia. Come un pittore che, dipingendo la tela, svela l’oggetto del dipinto pennellata dopo pennellata, anche Javier rivela la loro vita, tappa dopo tappa, mostrando a Claudio i momenti belli e anche quelli più dolorosi.

Durante quella notte magica, passeggiando per Parigi, Claudio riscopre il suo uomo, spogliandolo di tutta la diffidenza che fino ad allora lo aveva avvolto. (Dal sito dell’editore)

Recensione: Amnésie à Paris è il racconto vincitore del concorso “Midnight in Paris” organizzato da Triskell Edizioni qualche mese fa. L’ho letto con molto piacere  e, come avrete capito dalla trama, è un racconto davvero interessante. So che il tema della perdita di memoria non è uno dei più originali, ma l’autrice ha dimostrato molta sensibilità e bravura nell’analizzare i sentimenti e le paure di chi ha perso tutti i ricordi, e la sofferenza di chi invece li ha ancora ben impressi come testimoni di una storia d’amore che ora sembra non esistere più.

I personaggi sono molto credibili, e il loro dolore palpabile. Quello che fa Javier, oltre a sopportare il fatto di essere stato dimenticato, senza però farlo mai pesare su Claudio, è condurre il suo uomo attraverso le strade di Parigi alla scoperta del loro amore, di come si sono conosciuti, di come si sono amati, non tralasciando gli eventi più dolorosi della loro vita insieme.

Il finale è l’unica cosa che non ho apprezzato molto. Non è il modo in cui finisce che non mi ha colpita, ma il fatto che, a racconto terminato, nel lettore restino ancora tante domande senza risposta. Per esempio: chi o cosa ha provocato l’amnesia? L’autrice ha seminato qualche indizio, ha dato qualche spiegazione, ma chi legge resta ancora con il dubbio.  Sembra quasi un finale affrettato come se l’autrice avesse tagliato a metà un romanzo più lungo.

Resta comunque un racconto dai toni molto sensibili, molto dolci, che conquista il lettore dopo poche pagine, lasciandolo alla fine con un po’ di amaro in bocca. Magari Rizzoli Benfenati, leggendo questa recensione, avrà voglia di scriverne il seguito.

Red

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: